CONTROGUERRA – Il Comune di Controguerra acquista un defibrillatore ed il sindaco, Mauro Scarpantonio, diventa rianimatore, conseguendo anche l’abilitazione all’uso del defibrillatore automatico esterno, rilasciata dal 118. E’ la novità “salvavita” messa in campo dall’amministrazione civica che ha installato, in una cassetta di sicurezza posta esternamente al palazzo civico, l’apparecchio. Oltre al primo cittadino, sono stati formati altri “angeli” della città: il politico, il barista, l’istruttore sportivo ed il semplice cittadino volontario.
Intervengono, 24 ore su 24, nel caso di chiamata di pronto soccorso per un paziente colpito da arresto cardiaco. L’operatore del 118 che riceve la chiamata d’emergenza a Controguerra, contatta al cellulare uno alla volta i singoli volontari. Chi di questi raccoglie l’allerta si reca con il defibrillatore nel luogo in cui si trova il paziente e pratica l’operazione in attesa che arrivi l’ambulanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)