SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’accordo c’è stato. Alla presenza dei rappresentanti provinciali dei sindacati Cgil e Cisl, l’azienda Fi.fa. Security srl, vincitrice dell’appalto di vigilanza privata nei presìdi a San Benedetto del Tronto dell’Azienda sanitaria unica regionale e la Axitea spa (precedente gestore) hanno firmato il verbale d’accordo per il passaggio del testimone. È accaduto lunedì 18 luglio presso la Direzione provinciale del lavoro ad Ascoli Piceno.

Come avevamo già spiegato precedentemente, si paventava un esubero di personale derivante dal cambio di appalto, ma  i sei posti di lavori in pericolo sono stati in qualche modo sistemati. Tre lavoratori verranno assunti dalla Fi.fa. Security e gli altri tre rimarranno nell’organico della Axitea.

Inoltre, sembra che tutti i dubbi ventilati dai sindacati circa la mancata applicazione del contratto integrativo provinciale di categoria, siano stati dissipati dato che, come peraltro già ipotizzato, l’azienda Fi.fa. Security srl applicava già quella regolamentazione (stando a quanto dichiarano le stesse sigle sindacali), in più lo ha anche sottoscritto completando così il difficile mosaico con l’ultima tessera mancante.

Affermano in una nota le Segreterie Provinciali di Filcams Cgil e Fisascat Cisl: “La Fifa Security assumerà 2 lavoratori applicati nel precedente appalto alle medesime condizioni contrattuali in essere e al medesimo orario e senza periodo di prova. Le due ditte Fifa Security e Axitea convengono che una terza unità, scelta nell’organico dell’unità produttiva dell’Axitea Spa della provincia di Ascoli Piceno, sarà riassorbita, tenendo conto del criterio della volontarietà, nell’organico di Fifa Security. La ditta Axitea manterrà nel proprio organico le 3 unità originariamente addette all’appalto”.
Fin qui l’accordo sulle reintegrazioni dei dipendenti. Poi ecco come i sindacati commentano il discorso del Contratto: “Per ultimo, ma di estrema importanza, la Fifa Security ha sottoscritto il
Contratto Integrativo Provinciale di Lavoro per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata delle Province di Ascoli Piceno e Fermo (già da loro applicato) formalizzando con questo un’adesione ad un Contratto di Secondo Livello che rappresenta una conquista importante per tutti i lavoratori del settore per i notevoli vantaggi dal punto di vista normativo ed economico”.

Dunque, soddisfazione in primis per i lavoratori, poi per Filcams-Cgil e Fisascat-Cisl e, presumiamo, anche per l’ospedale e per le due aziende di vigilanza coinvolte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)