Ingredienti (per 4 persone)

400 g di mezze maniche

10 g di code di gambero

1 calamaro medio

1 seppia media

200 g di vongole

200 g di cozze

4 pannocchie o 4 scampi

1 spicchio di aglio

prezzemolo

½ bicchiere di vino bianco secco

olio extra vergine d’oliva

Mettete a bagno le vongole almeno 3 ore prima per consentire ai molluschi di spurgare la sabbia.

Pulite ed eviscerate seppie e calamari. Affettateli a rondelle. Pulite le cozze aiutandovi con una spugnetta di ferro per lucidarne il guscio. Sgusciate le code di gambero. In una padella capiente fate dorare il trito di aglio e prezzemolo con due cucchiai di olio extravergine d’oliva. Sfumate con il vino bianco. Unite cozze e vongole, coprite e fate aprire i molluschi a fuoco vivo. Mettete da parte le conchiglie lasciando solo il loro sughetto in padella. Aggiungete i calamari e le seppie, le pannocchie (o scampi) e le code di gambero e fate cuocere per 5 minuti. Tuffate la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente. Saltate le mezze maniche in padella finchè il condimento non formerà una cremina densa. Unite un filo d’olio a crudo, una spolverata di prezzemolo fresco e cozze e vongole messe da parte. Servite subito e, se volete, aggiungete del peperoncino fresco.

L’abbinamento

Un Verdicchio dei Castelli di Jesi si accosta bene a questo piatto sostenendone il sapore sapido senza appesantirlo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.421 volte, 1 oggi)