MARTINSICURO – Più controlli delle Forze dell’Ordine per debellare l’abusivismo commerciale sul lungomare di Martinsicuro. E’ l’appello del gruppo di opposizione di Città Attiva per contrastare le decine di bancarelle abusive che ogni sera vengono allestite per strada e che costituiscono uno spettacolo poco edificante per una città a vocazione prettamente turistica.

Un fenomeno che si ripropone in ogni estate e che diventa con il passare del tempo sempre più preoccupante. Quali sono le iniziative poste in atto dal Comune per contrastare l’abusivismo commerciale? La domanda è stata rivolta da Città Attiva al sindaco Di Salvatore e al comandante della Polizia Locale Vincenzino De Santis.

Quest’ultimo, nella risposta scritta fornita al gruppo di opposizione, parla di “attività di prevenzione e repressione che devono essere coordinate e svolte in concorso tra le forze di Polizie sul territorio” e di una carenza di organico che incide sulle attività preposte al controllo sul territorio. Una situazione, quest’ultima, già segnalata dal comandante De Santis all’amministrazione Di Salvatore nel 2008, ma a cui non si è ancora riusciti a far fronte. All’epoca si era fatto riferimento alle 14 unità di cui era composto il Corpo di Polizia Locale, che avrebbe dovuto necessitare di ulteriori 6 agenti per i servizi all’esterno. Una situazione che, a distanza di tre anni, è addirittura peggiorata poiché il personale di Polizia Locale pienamente operativo a Martinsicuro è costituito da 11 elementi (tenendo conto di situazioni di aspettativa, maternità e di un agente deceduto).

Eppure in base al numero di residenti, e facendo riferimento alla legge regionale che stabilisce la presenza di un vigile ogni 700 abitanti, l’organico dovrebbe essere costituito da ben 23 unità. Il personale, poi, dovrebbe essere ulteriormente potenziato nel periodo estivo, quando la popolazione di Martinsicuro aumenta notevolmente. Al momento però causa le scarse risorse economiche, altro non si è potuto fare che adottare come unico provvedimento per la stagione estiva in corso quello dell’assunzione di 4 agenti per un mese.

Nella lotta all’abusivismo commerciale si interviene con operazioni mirate e coordinate tra tutte le Forze dell’Ordine (Polizia Locale, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto), come stabilito dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica convocato dal Prefetto. Un primo blitz a Martinsicuro è stato effettuato nel mese di giugno, con il sequestro di merce abusiva per migliaia di euro e sanzioni amministrative per 41mila euro. Ma purtroppo, già all’indomani delle operazioni di Polizia, le bancarelle abusive sul lungomare di Martinsicuro sono tornate a far mostra di sé.

“Probabilmente, – commentano i consiglieri di Città Attiva – per la mentalità pragmatica che caratterizza il nostro gruppo, quando si sente parlare di operazioni da svolgere in concorso con tutte le altre forze, si può essere indotti a pensare che i tempi si allunghino a dismisura, in considerazione delle evidenti necessità di coordinamento. Augurandoci che così non sia, non possiamo non rilevare come, nel frattempo, le lenzuola con mercanzia di dubbia provenienza sul Lungomare Europa siano passate da 27 a 45, mentre nell’isola pedonale di via Filzi, a parte una breve parentesi che ha visto la presenza costante di Vigili e Carabinieri lungo il percorso nell’ultimo fine settimana, si è tornati a fare lo slalom tra le lenzuola stese lungo la strada”.

Una situazione che a Villa Rosa sarebbe ancora più esasperata dal fatto che “gli ambulanti abusivi preferiscono occupare, durante lo svolgimento del mercatino serale, l’unica pista ciclabile di cui dispone il Comune”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)