SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Turisti fedelissimi, in vacanza a San Benedetto ogni anno dal 1970: i coniugi Mario e Lina Cozzini, da Casal Maggiore, in provincia di Cremona, sono stati ricevuti stamattina in Comune dal sindaco Gaspari, insieme a Umberto Carboni, l’albergatore al quale si sono sempre rivolti in questi quarantuno anni, di cui elogiano l’accoglienza e la cucina.

“La città è bellissima e nel tempo è molto migliorata”, ha detto il signor Mario Cozzini, oggi in pensione, dopo una vita trascorsa come imprenditore nel settore del legno e nella gestione dell’azienda fondata da suo padre nel 1927. Durante il cordiale colloquio con il sindaco, i coniugi Cozzini hanno elogiato la qualità della vita di San Benedetto, al punto da trascorrere ogni anno ben tre periodi di vacanza in Riviera: a Pasqua, a luglio e a fine agosto-settembre.

Soddisfazione anche per i servizi e la cordialità, sperimentati anche in circostanze spiacevoli, come quando la signora si è ferita cadendo in piazza lo scorso anno. Appassionato di riprese video-fotografiche, il signor Cozzini ha inoltre “immortalato” l’entroterra in molte immagini e filmati. Per questo motivo ha particolarmente gradito gli omaggi ricevuti dal sindaco: il libro “San Benedetto città adriatica d’Europa” e il recentissimo testo intitolato “L’avifauna della riserva naturale regionale della Sentina”, di Marco Gustin e Giorgio Marini, una cartella con alcune immagini della città e infine una pergamena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 273 volte, 1 oggi)