SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Impianti fotovoltaici sono stati installati dal Comune sulle quattro le scuole secondarie inferiori di San Benedetto. Il  grazie ad un finanziamento di 40 mila euro ottenuto dal ministero dell’Ambiente nell’ambito del progetto “Il sole a scuola”. Gli impianti entreranno in funzione non appena l’Enel attiverà i relativi contratti.

Ognuno dei piccoli impianti ha una potenza di 1,47 chilowatt, limitata in quanto si tratta di un progetto di valenza didattica per mostrare agli studenti il funzionamento di questo tipo di strutture  e i loro riflessi sull’ambiente. In quanto tale, una simile iniziativa contribuisce al conseguimento della “Bandiera Blu” che, come noto, premia non soltanto la qualità dell’ambiente, ma anche quella dei servizi e delle iniziative formative sulle tematiche ambientali.

A fine 2009, sempre dal ministero dell’Ambiente, nell’ambito del progetto “Il sole negli enti pubblici”, il Comune aveva ottenuto un finanziamento di quasi 135 mila euro, pari al 65% del costo complessivo, per installare impianti solari termici (per la produzione cioè  di acqua calda) alla scuola “Marchegiani” del Paese Alto e sugli spogliatoi dei campi sportivi “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli e “Sabatino D’Angelo” in zona Agraria. La parte restante fu versata da una Esco (Energy Service COmpany), che recupererà le somme dai canoni annui corrisposti dal Comune che però, a sua volta, utilizzerà a questo scopo le somme risparmiate in bolletta.

E ancora, grazie al patrocinio comunale di un’iniziativa condotta da un’azienda privata, circa cento famiglie sambenedettesi che ne hanno fatto domanda hanno ottenuto l’installazione di tetti fotovoltaici da 3 kW a costo zero, mentre un ulteriore impianto è stato installato al cimitero. Infine, sono previste procedure agevolate per l’installazione di pannelli fotovoltaici e termici sugli stabilimenti balneari che applicano il nuovo Piano di Spiaggia.

“Quella sulle energie rinnovabili è una precisa strategia del Comune di San Benedetto”, dichiara l’assessore all’Ambiente Paolo Canducci. “Infatti, se è vero che possiamo vantare un’ottima qualità dell’ambiente, è anche vero che questo stato di cose va difeso e preservato, con impianti e soprattutto con una mentalità nuova, motivo per cui ci rivolgiamo così spesso alle scuole cittadine, che sono così attive da essere premiate molto spesso nell’ambito di concorsi nazionali. E non dimentichiamo che le energie rinnovabili rappresentano una forma di economia già molto importante e in continua crescita, nonostante la crisi e le incertezze normative”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 172 volte, 1 oggi)