SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per una Notte Bianca salvata in extremis, un Super Summer Games che attende ancora di conoscere il proprio futuro. E’ infatti ad alto rischio la discoteca in spiaggia, ormai tradizionale appuntamento del ferragosto sambenedettese, che quest’anno giungerebbe alla sedicesima edizione.

Un punto interrogativo legato anche in questo caso al corposo ridimensionamento dei finanziamenti messo in atto dall’amministrazione comunale in seguito ai tagli decisi dal governo centrale. Il contributo, di 25 mila euro nel 2010, è crollato a 12 mila, come ci ha confermato l’assessore al Turismo, Margherita Sorge: “Siamo dovuti intervenire un po’ ovunque, trasversalmente. Vediamo in che modo deciderà di muoversi l’organizzazione. Ci siederemo al tavolo e valuteremo con loro”.

L’incontro fra le parti avverrà già sabato, quando l’ideatore del mega-concerto estivo, Nico Virgili, avvierà le trattative col Comune. “Stiamo riflettendo – rivela – bisogna trovare il modo di farlo riuscendo a coprire le spese. Le stiamo provando tutte, magari con l’intervento di sponsor e aziende private. Ma la crisi si fa ancora sentire e pure loro incontrano mille difficoltà”.

Sempre a detta di Virgili, l’evento presenterebbe dei tasselli fissi impossibili da eliminare, come quelli legati alla Siae, alla sicurezza e ai rapporti con le televisioni che trasmetteranno la manifestazione.

“Non abbiamo fatto alcuna polemica e non vogliamo farla. Tuttavia non posso negare che c’è fermento e che tanta gente ci scrive per avere delucidazioni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.387 volte, 1 oggi)