Tifosi Pro Samb. Faccio questa comunicazione all’Associazione, nella veste di presidente, carica della quale sono molto orgoglioso, tramite un mio disappunto ma anche, in via ufficiale, tramite il sito www.tifosiprosamb.org, per motivi che spiegherò alla fine.

Come ben sapranno tutti gli sportivi rossoblu, la dirigenza della Samb, sin da quando era presidente Sergio Spina, è intenzionata a mettere i seggiolini in tutto lo stadio. A tal fine la prima somma raccolta dai TPS era stata indirizzata all’acquisto, con tanto di scritta e targa con i nomi, dei posti in tribuna laterale  ovest, reparto nord. Alcune vicende seguenti hanno fatto rientrare la somma (8 mila euro circa) nelle casse dell’Associazione. Vengo al punto: nei giorni scorsi Bartolomei e Pignotti hanno deciso di fare un passo indietro e di riproporre l’iniziativa a chi è intenzionato a immortalare il proprio aiuto alla Samb con targa dei donatori, fissa e a futura memoria.

Mi è stato chiesto dalla Samb se era possibile convocare l’assemblea della TPS per rinnovare la vecchia concessione negli stessi termini. Ho risposto che lo farò ma, nello stesso tempo, mi sono informato sul costo dell’intera Tribuna est che renderebbe ancora più efficace e memoriale la “sponsorizzazione” della tifoseria. Con tanto di scritta Tifosi Pro Samb che, data la posizione avrebbe il vantaggio di godere di maggiori inquadrature televisive.  Indico intanto le cifre che poi, se vorrà, l’assemblea ratificherà e prenderà decisioni in merito. Il costo complessivo per 2550 posti a sedere è di 22mila euro ai quali, tolti i 12 circa che sono in cassa, diventerebbero 8 mila. Una cifra accessibile con altri versamenti da parte di chi è già Tifoso Pro Samb o da chi vuole aggiungere il proprio nome nella lista di coloro che hanno dimostrato di amare la Samb con i fatti e non con le chiacchiere (IT59G0833224400000040106833. E’ il conto corrente 040106833 della Banca Picena Truentina, agenzia di San Benedetto del Tronto. Lo swift per chi versa dall’estero è ICRAITRR980).

Perché ho fatto l’annuncio con un DisAppunto? Perché, sempre a dimostrazione di come aveva ben visto Sergio Spina a proposito di una “caccia” alla Samb da parte di una certa stampa (“sentimento” ribadito in questi giorni da Pignotti e Bartolomei), tutti i precedenti comunicati riguardanti i TPS inviati agli organi di informazione  che vertono sulla Riviera delle Palme, sono andati o completamente ignorati o pubblicati senza amore ed in un cantuccio.

Come volevasi dimostrare l’interesse degli editori anconetani-romani o emiliano-toscani per le sorti della Samb è veramente minimo, all’osso. Tutto lo spazio-Samb viene dedicato a scoop da parrocchia o alla gara di fantomatici acquirenti, gettando disordine e confusione in società e tra gli appassionati rossoblu.

Le stesse iniziative pro Ancona o pro Bologna o pro Fiorentina o pro Roma/Lazio avrebbero avuto una risonanza ben diversa da parte di giornali ai quali facevo riferimento prima. Perché è la squadra della propria città, perché i relativi tifosi lo vorrebbero come giustamente i tifosi rossoblu pretendono da noi un comportamento simile. Noi siamo per la Samb un giornale fratello, per gli altri il nostro terriorio è un freddo bacino di vendita.

Nazzareno Perotti, presidente associazione Tifosi Pro Samb

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 743 volte, 1 oggi)