SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’avifauna della riserva naturale regionale della Sentina” è il titolo del libro curato da Marco Gustin e Giorgio Marini, presentato lunedì 4 luglio nella sede centrale del Corpo Forestale dello Stato a Roma, con la partecipazione di Paolo Canducci, assessore all’Ambiente del Comune di San Benedetto.

Ad illustrare le peculiarità della pubblicazione, contenente le schede tecniche corredate di splendide fotografie delle oltre 170 specie di uccelli migratori e stanziali censiti negli ultimi anni all’interno dell’area protetta sambenedettese, è stato lo stesso Marco Gustin, ornitologo di fama internazionale, che ha sottolineato il ruolo fondamentale della Riserva Sentina nell’ambito delle migrazioni stagionali dell’avifauna.

L’assessore Canducci e il vicepresidente del Comitato di Indirizzo della Riserva Sentina Giuseppe Marcucci hanno invece descritto ai giornalisti di riviste specializzate i punti salienti del progetto Life, che permetterà il ripristino della zona umida e l’organizzazione di un sistema di fruizione sostenibile. È infatti proprio grazie al progetto Life+, che è stato possibile realizzare la pubblicazione di Gustin e Marini, che per le sue caratteristiche possiede sia una valenza altamente scientifica, che divulgativa, e sarà utilizzata anche come supporto alle attività di educazione ambientale che stanno prendendo sempre più piede nell’area protetta.

La presentazione nella sede del Corpo Forestale dello Stato si è conclusa con l’intervento di Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, soggetto partner del progetto Life+ ed organizzatore della stessa presentazione. L’ex ministro dell’Ambiente ha sottolineato l’eccezionalità del progetto, visto il ruolo fondamentale delle zone umide per il mantenimento della biodiversità e le enormi potenzialità della Sentina nell’ottica di un turismo naturalistico che oggi è in costante crescita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 167 volte, 1 oggi)