ALBA ADRIATICA – La promozione del territorio attraverso la scoperta delle specialità culinarie. E’ questo lo spirito che anima i promotori della Sagra delle Sagre, manifestazione in programma dal 20 al 24 luglio prossimi ad Alba Adriatica (piazza del Popolo). L’evento, con il passare degli anni, è riuscito a ritagliarsi uno spazio significativo, anche perché rappresenta un veicolo importante, anche in chiave turistica, per le altre località dell’entroterra che attraverso i propri stand promuovono le rispettive sagre. L’obiettivo dell’iniziativa, promossa dalla Pro-Loco di Alba Adriatica, è proprio quella di andare oltre il concetto tipico di sagra, abbinando l’atmosfera tipica delle feste popolari con la promozione del territorio e delle tradizioni eno-gastronomiche del comprensorio.

Alla Sagra delle Sagre parteciperanno 7 stands (in rappresentanza di altrettante pro-loco dei comuni del comprensorio): Alba Adriatica (pesce); Ancarano (rigatoni, coniglio); Campli (porchetta); Civitella del Tronto (ceppe); Corropoli (spaghetti alla chitarra, capra); Notaresco (arrosticini, salsicce); Sant’Egidio alla Vibrata (gnocchi). L’anteprima della sagra è stata celebrata ieri sera a Colonnella (Osteria del Pettirosso), con la presentazione di piatti e specialità culinarie che poi animeranno l’evento di fine luglio. Al fianco di coloro che, materialmente, organizzeranno l’attività di ogni singolo stand, la serata è stata connotata dalla presenza di sindaci ed amministratori, che hanno ribadito l’importanza e la valenza del progetto di unire, attraverso l’aspetto culinario, le realtà territoriali. Nell’occasione erano presenti: Franchino Giovannelli (sindaco di Alba Adriatica), Cadia Viola (assessore Ancarano); Gabriele Giovannini (sindaco Campli); Gaetano Luca Ronchi (sindaco Civitella del Tronto); Toni Di Gianvittorio (assessore Notaresco); Rando Angelini (sindaco Sant’Egidio alla Vibrata). “ L’evento – spiega Tancredi Spinosi, presidente della Pro-Loco di Alba Adriatica – ha l’ambizione di valorizzare il territorio e le specialità culinarie, attraverso una collaborazione tra le pro-loco di territori contigui. Oltre agli aspetti gastronomici, piazza del Popolo si presenterà con una nuova veste scenografica, con spazi dedicati ai bambini, all’arte e con momenti musicali di intrattenimento”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 583 volte, 1 oggi)