NERETO – Oro, monili, computer, play station, scarpe griffate, oggetti swarovsky per un valore complessivo di 15mila euro. E’ la refurtiva trovata dai Carabinieri di Nereto, in collaborazione con i militari di Alba Adriatica, in casa di un albanese clandestino ventenne. Tutti gli oggetti provengono da furti messi a segno nelle scorse settimane in appartamenti e negozi tra Nereto e Sant’Omero.

A seguito di una serie di indagini, i militari dell’Arma sono riusciti a risalire all’autore dei colpi e ad effettuare una perquisizione domiciliare. Nell’abitazione è stato trovato un vero e proprio bazar, con oggetti di valore rubati nel corso di 7 furti compiuti in case, negozi e locali pubblici (un bar e una tabaccheria). Tra la refurtiva, (restituita ai legittimi proprietari) anche biglietti gratta e vinci per un valore di 400 euro, ormai inservibili poiché il ladro aveva provveduto a grattarli nella speranza di vincite. L’albanese è stato denunciato per furto aggravato e ricettazione, e in quanto clandestino  è stato accompagnato in Questura per espletare le formalità di rito, dopodiché è stata disposta l’espulsione attraverso la frontiera di Bari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 751 volte, 1 oggi)