MARTINSICURO – La Martinsicurese al centro dell’assemblea pubblica che si tiene stasera lunedì 4 luglio in sala consiliare alle ore 21. Dopo le dimissioni del presidente D’Angelo (per motivi di lavoro) e in prossimità della scadenza per l’iscrizione in eccellenza (il 15 luglio), il sindaco Di Salvatore sta vagliando possibili soluzioni per salvare la squadra cittadina. Nei giorni scorsi ci sono stati incontri con alcuni imprenditori locali, e diverse realtà imprenditoriali parteciperanno all’assemblea per discutere del futuro della squadra.

Non possiamo far morire il calcio della cittadina – ha affermato Di Salvatore – e non possiamo cancellare i 47 anni di storia calcistica della cittadina. Le condizioni per continuare ci sono tutte. D’Angelo lascia una società sana senza un centesimo di debito. La lascia dopo tre anni di conduzione in cui la cittadina ha visto nascere uno dei migliori impianti di tutta la regione. Una società che ha riscontro a livello regionale e che nelle ultime due stagioni ha conseguito la vittoria nel campionato di promozione e un sesto posto in quello di eccellenza. Un periodo d’oro che non può essere cancellato”.

L’asd Martinsicuro conta oltre 200 tesserati, partecipa al campionato di eccellenza, juniores regionale di elite, regionale allievi, provinciali giovanissimi ed ha una scuola calcio con circa150 ragazzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 208 volte, 1 oggi)