GROTTAMMARE – Attenzione alle multe. Le polemiche dei ligi residenti Grottammaresi, per la mancata e sbagliata raccolta “porta a porta spinta”(prevede il ritiro dell’indifferenziata bisettimanale, umido, pannolini e pannoloni ogni giorno e carta e plastica un giorno la settimana) non si sono fermate, contro chi invece butta senza alcun senso civico l’immondizia per strada a qualsiasi ora del giorno e della notte. Abbiamo, infatti, fotografato un altro cartello con su scritto: “Complimenti!!!! Le persone che hanno gettato questo sacco hanno un senso civico paragonabile a quello di un maiale”. Nel pomeriggio di giovedì 30, alle ore 15, l’assessore all’Ambiente Giuseppe Marconi ha accolto presso gli uffici comunali alcuni cittadini, residenti in Via Michelangelo, che avevano chiesto un incontro con l’amministrazione, per cercare di arginare i problemi, purtroppo visibilissimi nelle zone di Via Michelangelo e Tesino Village.

L’assessore Giuseppe Marconi, disponibilissimo, ha rassicurato i cittadini e chiesto anche dei consigli: “Io vi ringrazio per essere venuti qui, a segnalare il vostro mal contento. Cerchiamo di trovare delle soluzioni comuni in modo che la situazione possa rientrare in porto. Il primo giugno è entrata in vigore la sanzione per chi non rispetta le nuove norme di riciclaggio e ritiro. Una sconfitta per me, non avrei mai voluto che si arrivasse a stipulare un’ordinanza con sanzione” Si tratta della nuova sanzione entrata in vigore il primo giugno e prevede una multa che va dai 25 ai 500 euro per chi non rispetterà la nuova e sperimentale modalità di raccolta.

L’assessore Marconi ha proseguito: “Faccio sempre l’esempio del quartiere Bellosguardo Sgariglia, che dopo un solo mese ha afferrato e messo in pratica egregiamente il nuovo sistema. Lì in quella zona siamo già al 56% di riciclo”. I residenti durante l’incontro hanno sollevato punti importanti: “Ci sentiamo discriminati. Vorremmo al più presto che la situazione si risolva. E’ uno scempio e non possiamo, noi, come soggetti autonomi richiedere ad altre persone di rispettare il nuovo sistema di raccolta, perché rischiamo anche di essere insultati”.

Come si muoveranno ora? Per prima cosa ci sarà la sanzione per chi non effettuerà la raccolta porta a porta spinta, s’inserirà il terzo giorno per la raccolta della Rsu (Rifiuti solidi urbani), monitoraggio della Polizia Municipale e nuova distribuzione di volantini alle famiglie per cercare di sensibilizzare ulteriormente. Dalla prossima settimana cittadini state attenti, i vigili sorveglieranno le zone, forse anche in borghese e per chi non aderirà alla nuova modalità di riciclaggio “porta a porta spinto” fioccheranno multe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.236 volte, 1 oggi)