CAMPLI – Un garage trasformato in opificio abusivo in cui lavoravano cinesi clandestini. La scoperta è stata fatta dai Carabinieri di Campli nel corso di un’operazione effettuata in collaborazione con la Asl e l’Ispettorato del Lavoro di Teramo in un locale in contrada Floriano di Campli.

All’interno del laboratorio, ricavato in un garage e sprovvisto delle dovute autorizzazioni, sono stati trovati tre cinesi sprovvisti di documenti che lavoravano in qualità di operai. Il locale versava anche in precarie condizioni igienico-sanitarie, e i Militari dell’Arma hanno denunciato la titolare, H.Y., cinese di 30 anni, elevando anche una multa di 20mila euro, mentre i tre asiatici sono stati accompagnati in Questura per il rilascio del provvedimento di espulsione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)