SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Passi avanti. In scrupolosa (e non solitaria) avanguardia. È stato presentato venerdì scorso, 23 giugno, alla Facoltà di Economia di Ancona, nell’ambito dell’iniziativa Working Capital di Telecom, l’idea-progetto di “WikiCraziaapplicata, nata inizialmente da una intuizione del giornalista di RivieraOggi.it Pier Paolo Flammini e del lettore-commentatore Alessandro Palestini, e poi sviluppata con la collaborazione del webmaster Paolo Gabrielli e di Roberto Guidotti, altro giovane sambenedettese esperto (tra le tante competenze professionali) in Wikimedia (non ultimo, molto utile il supporto di Daniela Abbondanza).

“Working Capital, materia per le idee”, è una iniziativa che da tre anni premia le migliori “startup”, ovvero idee innovative in diversi campi di applicazione che, se ritenute valide, ottengono un finanziamento per essere avviate ad una attività di impresa.

RivieraOggi.it, attraverso Pier Paolo Flammini, ha presentato un “pitch” (lancio) di qualche minuto sull’iniziativa di ElezioniWiki (per la sezione Innovazione Sociale), alla presenza, tra gli altri, di Gianluca Dettori della Dpixel, valutatore dei progetti presentati a Working Capital.

Il tentativo al quale si sta lavorando, a partire dall’esperienza sambenedettese – la quale dovrebbe rappresentare la primo concreto tentativo di mappatura elettorale italiano, anche se, a seguito del Working Capital, nuovi contatti potrebbero emergere con altri attivisti italiani  – è quello di sviluppare piattaforme facilmente fruibili dove fissare i percorsi che, dalle campagne elettorali, conducono poi ai programmi di mandato o di legislatura e, infine, alla loro applicazione concreta.

Una sperimentazione che, attraverso la Rete e gli strumenti del Web 2.0, ha la forza di non restare confinata a singoli individui ma viene condivisa e per questo più agilmente sviluppata. Fino ad ora a San Benedetto si è proceduto alla mappatura delle “promesse elettorali” ma presto si passerà alla fase effettiva, di verifica puntuale. Per il momento, allo stesso modo, si sta usando la piattaforma Wiki.

In allegato, il video integrale del “pitch” (illuminazione non perfetta ma audio ben comprensibile), il Pdf del Power Point oggetto della presentazione e lo “spot” video della Wikicrazia.

Un progetto che in futuro, quando ben strutturato (a breve un “lancio” di una pagina intermedia che sarà sottoposta alla discussione e analisi di tutti i nostri lettori), potrebbe avere sviluppi molto interessanti alla luce anche delle recentissime analisi sul tema, che magari potranno essere approfondite durante la probabile visita estiva a San Benedetto di Alberto Cottica, autore del libro Wikicrazia.

Cercheremo naturalmente anche la collaborazione dell’amministrazione comunale, che proprio su questo campo ha manifestato notevoli intenti di apertura (Luca Spadoni è assessore con delega anche alla Trasparenza).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)