CUPRA MARITTIMA – Si ripetono con successo i campi estivi per i non vedenti, organizzati dall‘Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Ascoli Piceno presso il campeggio di Cupra “Led Zeppelin”. Per dieci giorni, dal 25 giugno al 5 luglio, 28 ragazzi provenienti non solo da tutte le Marche ma da tutta Italia, ovvero dalla Lombardia, Toscana e Lazio, uniranno vacanza e apprendimento grazie ai loro assistenti, guidati da Emanuela Storani.

Inoltre, grazie alla presenza di Andrea Rossi, presidente della Polisportiva Italiana Non Vedenti, i ragazzi praticheranno anche molti sport, tra cui alcune discipline per ipovedenti e ciechi come ad esempio il torball, lo showdown, il calcio a cinque e tanti altri.

Spiega Adoriano Corradetti, presidente provinciale dell’Unione Italiana Ciechi: “Negli scorsi anni riuscivamo a dare vita a due soggiorni, in due momenti diversi dell’estate, per due fasce d’età, della durata di una settimana ciascuno. Ora, a causa della criticità della situazione economica, abbiamo dovuto farne uno solo che comprendesse le due varie età, ma della durata di dieci giorni. Purtroppo anche su di noi ricade il contraccolpo della crisi e dagli Enti ci arrivano meno fondi, perciò per coprire le spese del campo estivo abbiamo dovuto attingere direttamente dalle risorse dell’associazione. Colgo l’occasione per affermare che non ci meritiamo questo trattamento da parte delle Istituzioni perché le problematiche che trattiamo sono complicate ed abbiamo continuamente bisogno di sostegno. Questa esperienza è per i ragazzi unica, necessaria per migliorarsi, e noi non possiamo rinunciarci. Presenti all’evento anche il Sindaco Domenico D’Annibali, il vice sindaco Anna Maria Cerolini ed il vice presidente della Provincia Pasqualino Piunti che hanno espresso la loro solidarietà nei confronti dell’associazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)