SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continua l’attività di contrasto da parte della Squadra Mobile della Questura di Ascoli, allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Antonio Martinez, dominicano di 25 anni, secondo gli inquirenti aveva organizzato l’attività di spaccio presso la sua abitazione di San Benedetto dove, a seguito di perquisizione da parte degli agenti delle Squadra Mobile di Ascoli e di Teramo, è stato trovato in possesso di 25 grammi di cocaina divisi in 13 involucri in cellophane, proprio in attesa della vendita ai vari acquirenti, principalmente italiani, che si presentavano presso la sua abitazione, sita in via Campania.
Aveva stabilito un codice ben preciso per i suoi clienti: si doveva bussare al citofono tre volte per essere ricevuti e altre tre tocchi dovevano essere fatti alla porta di casa; ma lo spaccio avveniva pure all’esterno: infatti, non appena il dominicano è uscito di casa, dopo una lunga l’attesa degli operanti che hanno aspettato diverse ore, vedendo entrare ed uscire diverse persone, veniva fermato dagli agenti e trovato con una dose di cocaina addosso.
Per non dare nell’occhio era uscito con la figlia di anni 2, mentre in casa viveva con moglie, cugina e madre, tutte in regola con il permesso di soggiorno.
Allo straniero sono stati sequestrati pure 2.000 €uro, provento dello spaccio di droga, trovati sotto il materasso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.341 volte, 1 oggi)