MONTEFIORE DELL’ASO – Un affascinante viaggio tra creatività, cultura e fede quello dell’Infiorata di Montefiore. Oltre quattro mesi di preparazione, quattrocento persone coinvolte, con centinaia di petali dalle svariate sfumature.

Sabato 25 e domenica 26 giugno le strade del paese diventeranno un immenso tappeto floreale composto moltissimi da arazzi variopinti e che si estenderà su un percorso lungo quasi due chilometri tra le mura antiche della cittadina.

Tutto questo in onore del Corpus Domini che avrà come tema “XXV Congresso Eucaristico: l’eucarestia nella vita quotidiana”.

Affascinante è il rituale dei preparativi che precedono la manifestazione giunta alla sua nona edizione, questo si articola in varie fasi.

In primo luogo si procede con la preparazione delle essenze naturali. La raccolta di fiori ha inizio tre mesi prima e viene classificata in base agli esemplari floreali per dar vita ad una tavolozza di colori con una gradazione di tinte e sfumature. Sabato 25 giugno, il gran giorno,  dopo la cerimonia di apertura delle 21:30,   adulti e ragazzi, mastri infioratori, artisti locali e associazioni lavoreranno all’unisono dalle 23 fino all’alba, sotto la luce della luna e i fari sistemati nei vicoli ombrosi.

Così domenica mattina 26 giungo il percorso che va dalla Chiesa di Santa Lucia fino alla periferia del borgo antico si potrà ammirare in tutto il suo splendore.

L’appuntamento come ogni anno viene organizzato dall’Associazione Infiorata di Montefiore dell’Aso, dalla Parrocchia di Santa Lucia, dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune.

Sempre domenica si terrà l’esibizione del gruppo Sbandieratori di Porta Romana della Quintana di Ascoli Piceno che precederà la Santa messa delle 18. Il passaggio della processione del Corpus Domini sui petali dei fiori che compongono il percorso sarà un vero e proprio omaggio a “colui che passa”.

In onore dell’Infiorata si terrà il secondo concorso “Angolo fiorito” ideato ed organizzato dall’Associazione culturale Agheiro per valorizzare gli angoli più suggestivi del borgo antico e il terzo Raduno Camper, dedicato a chi da tempo raggiunge Montefiore in gruppo per godersi le due giornate di festa. Infine la seconda edizione di un Concorso Fotografico aperto a tutti e completamente gratuito “Montefiore in fiore”.

Il Polo Museale di San Francesco per l’ccasione rimarrà sempre aperto e all’interno dell’antico Chiostro ospiterà una mostra di bonsai a cura da Bonsai Club Fermo e una esposizione di giardini pensili.

E’ stato anche creato un circuito di Agriturismi, Bed & Breakfast, osterie e pizzerie ed aziende agricole convenzionate per l’occasione per quanti vorranno anche riscoprire i sapori del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 410 volte, 1 oggi)