SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 3 e il 4 giugno scorso in Sardegna sulle spiagge di Platamona-Marina di Sorso (SS) si è disputato il Campionato Italiano a box di surfcasting 2011.

Particolarità, e al tempo stesso spettacolarità, di questo campionato è il gareggiare insieme nella stessa postazione, il box appunto, di tutti e tre i componenti delle squadre partecipanti.

Condizioni di mare leggermente mosso, nonostante le piogge abbondanti che hanno accompagnato i momenti precedenti le due gare, per i 60 box ai nastri di partenza.

Al termine della prima manche il pescato è stato abbondante ed uniforme per tutto il campo di gara. Numerose le catture di orate, mormore ed occhiate accompagnate da alcune lecce stella di bella taglia, prese nelle fasi iniziali della gara. Dopo la pesatura il primo assoluto lo farà registrare con 24 prede valide il box dell’APSD San Benedetto Colmic costituito da Christian Buccione, Luciano Sangiuliano e Nicola Guidi.

Anche nella seconda prova mormore, orate, occhiate e ancora qualche bella leccia stella, anche se il pescato totale è stato inferiore alla sera precedente. Incerto fino alla fine della pesatura l’esito del verdetto finale.

Si laureano campioni italiani a box di surfcasting i ragazzi del Terranoa Olbia che riescono a bissare il primo di settore della prima sera.

Al secondo posto, sempre con 2 penalità, il Surfcasting Tempio.

Con un primo ed un secondo di settore, infine, sul terzo gradino del podio sale il box dell’APSD San Benedetto Colmic.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 251 volte, 1 oggi)