SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Commissariato di Polizia, con l’avvento della stagione calda, sta intensificando i sopralluoghi e le rilevazioni sulla microcriminalità che, specie d’estate, colpisce le abitazioni lasciate incautamente aperte.

Una di queste operazioni di prevenzione ha portato all’individuazione di tre donne e un uomo di origine rom ritenuti pericolosi pregiudicati e sottoposti a  controlli a bordo della loro autovettura  sulla via Salaria. A bordo venivano sequestrati diversi attrezzi rudimentali atti allo scasso e poche migliaia di euro frutto di qualche furto.

I quattro dopo gli accertamenti in Commissariato e i relativi rilievi fotosegnaletici e dattiloscopici sono stati deferiti  all’Autorità Giudiziaria per possesso di attrezzi utilizzati per lo scasso e tentato furto in concorso.

Alle tre di sabato 18 giugno veniva scoperto un pluripregiudicato di origine siciliana sorpreso nei pressi del lungomare Rinascimento mentre cercava di nascondersi, agli operatori di Polizia, dietro alcune panchine. Anche per lui dopo gli accertamenti in Commissariato  e  i relativi rilievi fotosegnaletici e dattiloscopici è scattato il deferimento  per possesso di attrezzi utilizzati per lo scasso.

Inoltre ai cinque pregiudicati  verrà applicato il foglio di via obbligatorio dal comune di San Benedetto e divieto di ritorno con provvedimento del Questore di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 411 volte, 1 oggi)