GROTTAMMARE – Mesi di polemica di botta e risposta sul come organizzare il Festival dell’Umorismo, preservandone la qualità pur abbassando le spese; avevamo approfondito la vicenda con l’intervento di Valter Assenti, ex presidente del Lido degli Aranci e di Michele Rossi, il geniale ideatore della manifestazione (leggi la rassegna). Ora l’Amministrazione comunale di Grottammare, che aveva annunciato solo una serata invece di tre, per quest’anno fa il bis.

Il 6 e il 7 agosto andrà in scena la XXVII edizione del “Cabaret Amoremio!”.

Addirittura saranno consegnate due “Arancia d’oro”, il prestigioso premio alla carriera sarà ritirato da Lella Costa e Paolo Villaggio. Tra gli ospiti anche Maurizio Battista, Davide Giovannetti e Giorgio Montanini che torna sul palco di Grottammare dopo i tanti successi ottenuti a distanza di un anno, dalla vincita della XXVI edizione.

A questo punto noi di Riviera Oggi abbiamo ricordato al sindaco Luigi Merli che durante la scorsa conferenza aveva dichiarato che per una seconda serata il Comune avrebbe avuto bisogno di 15mila euro e che il compenso del direttore artistico Pepi Morgia era già stato ridotto. Abbiamo chiesto se lo sponsor fantasma di cui parlava il sindaco fosse alla fine “apparso”.

L’assessore alla Cultura Enrico Piergallini ha preso la parola spiegando che non hanno avuto ulteriori aiuti dai privati e che la soluzione è stata l’abbattimento delle spese: “Grazie ai cachet ridotti al lumicino, quasi cifre da rimborso spese, si è realizzato un miracolo. In più abbiamo anticipato 4 mila euro destinate al cartellone invernale. Quest’anno daremo più rilevanza ai concorrenti che saranno sei e potranno presentare il loro spettacolo in entrambe le serate. Ci sarà un altro ospite su cui ci riserviamo di dire il nome. Sarà una sorpresa”.

Morgia ha annunciato il nuovo presentatore per l’edizione 2011 che sarà Maurizio Lastrico, insieme alla riconfermata Mascia Foschi: ”Abbiamo ridotto la scenografia e rinunciato allo stacchetto, che non fa la differenza”.

Gino Troli, il presidente dell’Amat (Associazione Marchigiana Attività Teatrali) che dà un contributo tecnico organizzativo al Cabaret, ha ribadito l’importanza del Festival di Grottammare che continua, nonostante le difficoltà: “Questo deve essere accolto con grande gaudio. Quest’anno si ospiteranno personaggi del calibro della Costa, ottima attrice ed intellettuale e di Villaggio che dopo Charlot di Charlie Chaplin ha creato la maschera più famosa al mondo, Fantozzi”.

Sia Piergallini che Aureliano Mascaretti, attuale presidente dell’associazione Lido degli Aranci, in conclusione tornano sulle polemiche sollevate nei mesi scorsi, definendole “Immotivate” anche se poi hanno ammesso che sono state comunque motivo di un confronto costruttivo.

L’unico dubbio rimasto all’assessore alla Cultura riguarda il paragone fatto da Michele Rossi tra il festival dell’Umorismo di Grottammare e quello di Torino: “Vorrei conoscere gli incassi della manifestazione torinese”.

Al di là delle polemiche questa ultima edizione dimostra che se ci sono le idee e lo sforzo dell’Amministrazione, nonostante i tagli il Cabaret “si può fare”.

Ecco di seguito qualche informazione per chi volesse aggiudicarsi una posto in platea per tempo:

Il costo dei biglietti rimarrà invariato (20 euro più 2 euro di prevendita). L’abbonamento sarà di 35euro, senza prevendita.
Dal 27 giugno al 2 luglio si potranno rinnovare i vecchi abbonamenti (anche se non è garantito il posto dell’anno passato)
Dal 4 luglio si venderanno i nuovi abbonamenti, mentre dal 18, partirà la prevendita dei biglietti.
Da quest’anno si potrà usufruire anche del circuito Ticket Store, al quale si potrà accedere presso la tabaccheria Marchionni o da qualsiasi pc.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 943 volte, 1 oggi)