SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’interpartitica di lunedì sera risolverà molto, se non tutto. Il sindaco Gaspari incontrerà le forze di maggioranza e quasi sicuramente comunicherà loro la squadra con la quale intenderà condividere i prossimi cinque anni di mandato. Prima però passerà da casa, prestandosi ad un ultimo faccia a faccia col Pd, che comunque pare essersi convinto nell’accettare “solo” due assessorati, in virtù di quell’apertura a Marco Calvaresi che avrebbe tolto ai democrat la garanzia della presidenza del Consiglio Comunale.

Non senza malumori, che ancora si insinuano nel principale partito di centrosinistra. Specialmente nella fronda portodascolana, che avrebbe sì gradito un accordo con l’Udc, ma non prima di sei mesi. La frattura dovrebbe tuttavia essersi ricomposta – con la probabile promessa di assegnare al Pd posti di punta nelle società partecipate dal Comune – e per il primo cittadino la strada dovrebbe ormai presentarsi in discesa.

Sempre il sindaco, che nei giorni scorsi aveva espresso rammarico per lo scarsa presenza di quote rosa all’interno della coalizione, potrebbe proporre una donna alla vicepresidenza dell’assise, con Giulietta Capriotti in pole position. E chissà che pure il Pdl, a cui dovrebbe spettare la seconda vece, non opti a sua volta per una lady come Annalisa Ruggieri.

Farà parte invece del consiglio Alessandro Zocchi, che rimarrà al contempo presidente del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. Non vi sarebbe alcuna incompatibilità tra le due cariche, in quanto la struttura societaria in questione è senza scopo di lucro, bensì funzionale esclusivamente alla promozione del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 876 volte, 1 oggi)