SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna, dopo il successo dello scorso anno, l’appuntamento con Anghiò, il festival del Pesce Azzurro che dal 16 al 19 giugno offrirà ai visitatori la possibilità di assaggiare le numerose specialità a base appunto di pesce azzurro, da degustare fresche grazie alla presenza di chef che le cucineranno al momento.
Organizzata da Tuber Communications e Sedicieventi con il patrocinio del Comune di San Benedetto, la Regione Marche, nell’ambito del progetto Porti Aperti, e la Provincia di Ascoli Piceno, la kermesse offre al pubblico buongustaio un weekend a suon di tonni, sardine, alici, sarde, sgombri e molto altro.

Tra le varie proposte dell’evento spicca il Palazzurro, cuore pulsante dell’edizione, alla Rotonda Giorgini da giovedì a sabato dalle 18 alle 23 e domenica dalle 12 alle 15 e dalle 18.30 alle 23.

Da non perdere neanche l’Enoteca delle Marche, sempre alla Rotonda Giorgini da giovedì a sabato dalle 18 alle 23 e domenica dalle 12 alle 15 e dalle 18 alle 23; il Laboratorio-Convegno “L’acquisto del pesce, istruzioni per l’uso”, presso la sala Associazione Pescatori Sambenedettesi, sabato 18 alle 10.30; la notte del Toro Bianco, in viale Buozzi e alla Rotonda Giorgini, sabato 18 dalle ore 23; le degustazioni Piatti da Museo, nel Museo della Civiltà Marinara delle Marche, giovedì 16 e venerdì 17 alle 18; l’iniziativa Pescatore per un giorno, tutti i giorni al porto alla banchina del molo sud alle 8, 9, 10 ed 11; le Mostre a tema, tutti i giorni in varie location ed il Menù Azzurro, tutti i giorni in tutti i ristoranti aderenti.

Quest’anno Anghiò potrà contare anche su un partner d’eccezione come Radio Due che, all’interno della trasmissione “Decanter” si collegherà quotidianamente con San Benedetto.

La manifestazione sostiene la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus. Sabato 18 e domenica 19 sarà dunque possibile contribuire alla ricerca contro questa malattia. Per informazioni sui ticket consultare il sito www.anghio.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)