GROTTAMMARE – Scatti oltre confine per immortalare realtà diverse. Si è svolta nella mattinata del 10 giugno, presso la sala Kursaal a Grottammare la presentazione dei vincitori del concorso fotografico “Sconfiniamo: Il bello dell’accoglienza” in concomitanza della manifestazione “Sconfiniamo”(nasce traendo spunto dalla realtà del Comune di Grottammare, che dall’anno 2007 aderisce al programma ministeriale Sprar – Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati – e attraverso l’operato dell’associazione Gus Italia ospita persone costrette a lasciare il proprio Paese perché vittime di persecuzioni o situazioni a rischio della vita), giunta alla seconda edizione, ideata e organizzata dalla Consulta per la Fratellanza tra i Popoli del Comune di Grottammare, per celebrare la Giornata mondiale del Rifugiato. “Il progetto è sperimentale e ha riscosso molto successo – ha affermato l’assessore alle Politiche giovanili Daniele Mariani riguardo al concorso fotografico – sono arrivate un totale di 42 foto per un totale di 19 autori di cui alcuni dalla Svizzera. Lo scopo di questo progetto è attivare una tavola rotonda di confronto. Vorrei aggiungere che la giuria ha decretato i vincitori in maniera trasparente e soggettiva”.

Sono sei in totale i vincitori del concorso. Tre appartenenti alla categoria “Colore”: Pamela Lanciotti, di Monteprandone, con la foto “discesa dal treno” si è aggiudicata il primo posto. Secondo classificato Tommaso Vispi, di Monterosi, con il suo scatto “La salute è un diritto di tutti” e il terzo posto per Alessandro Tesei, di Ancona, con la foto intitolata “Chiedimi se sono felice”. Per la categoria Bianco e Nero altri tre partecipanti: al primo posto Andrea Persiani, di Grottammare, con “Al di là dei discorsi: la quotidianità del rifugiato”, Rosanna Carota, di Grottammare con “Ricordando…Pippa Bacca” e infine il terzo posto è andato al “Laboratorio Fondazione Diamante”, di Lugano, con lo scatto intitolato “Abbatti il muro..io ci sono”. La premiazione dei partecipanti al concorso avverrà lunedì 20 giugno, ore 21, presso la sala Kursaal, nell’ambito dell’iniziativa dedicata alla “Giornata Mondiale del Rifugiato”.

Le opere saranno in mostra da venerdì 10 giugno a lunedì 20 giugno presso il Kursaal (primo piano).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)