MASSIGNANO – Massignano è diventato il veicolo di trasmissione di questa millenaria tradizione, innovata e al passo con i tempi. Sabato 11 e domenica 12 giugno si terrà infatti la quarta rassegna di pipe e fischietti in terracotta: “Massignano si infiamma”.

Saranno previsti spettacoli di fuoco, laboratori, visite guidate al museo dei fischietti e al laboratorio della ceramica, esposizioni, dimostrazioni pratiche sulla lavorazione dell’argilla, la presenza di artisti e collezionisti.

La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Massignano con l’Assessorato alla Cultura. Direttore artistico il maestro d’arte Alberto Cavallini. Collaborano all’organizzazione le associazioni del territorio.

Grazie al successo riscosso nelle prime tre edizioni, la manifestazione è già diventata simbolo del paese. Anche quest’anno alla terracotta si unisce la tradizione enogastronomica locale, con i migliori piatti dei ristoratori del territorio, di aziende di prodotti tipici e delle “Massaie di Villa Santi

“Massignano si Infiamma” valorizza l’antica arte della lavorazione della terracotta e della ceramica sonora, un patrimonio artistico e culturale del territorio. Massignano, noto come ‘u paese de’ cuccià (paese dei vasai), sarà il punto d’incontro di ceramisti provenienti da tutta Italia.

Questi trasformeranno il centro storico in un laboratorio a cielo aperto. Ecco alcuni importanti nomi: Alberto Bufali, Francesco Di Martino, Maria Bruna Festa, Cesare Grosso, Silvano Latini,Maria Piazza, Enzo Vagnoni, Gianfranco Valente, infine il curatore artistico Alberto Cavallini e un gruppo di sei mastro ceramisti di Montelupo Fiorentino.

Artigiani che dalla lavorazione dell’argilla creano i fischietti e manufatti sonori dalle bellissime forme satiriche, bizzarre. Il Civico museo dei fischietti e della terracotta osserverà un’apertura straordinaria durante tutta la manifestazione.

La manifestazione (vedi Pdf) inizierà sabato 11 alle 9.30 con il ritrovo degli artisti figuli in Piazza Garibaldi, accolti dal sindaco Marino Mecozzi.

Avranno così inizio dei laboratori e accensione del forno sperimentale di argilla e bottiglie di vetro. Alle 17.30, presso la sala consiliare, ci sarà l’ inaugurazione della mostra di Sandra Bruzzi e Giuseppe Alesiani. Alle 18 inizierà il momento d’intrattenimento musicale con l’apertura degli stand gastronomici dei ristoratori di Massignano. Alle 22.30 si aprirà il forno di bottiglie, che svelerà diversi manufatti in terracotta per la comunità massignanese.

Domenica 12, sempre alle ore 9.30, si potrà assistere alla costruzione del forno primordiale di cartone per la cottura di un sorprendente manufatto a seguire per i bambini potranno partecipare ai laboratori.

Per le 11:30 è previsto l’autoraduno FIAT 500 con premiazione della macchina più bella. Gli stand gastronomici saranno aperti dalle 12 e dalle 18. Nel pomeriggio alle 16 saranno previste delle visite guidate al museo e al laboratorio ceramica. La chiusura della festa coinciderà con l’apertura del forno di Cartone alle ore 22.30.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 687 volte, 1 oggi)