SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Canto per l’acqua e per la vita”: Theresia Bothe, raffinata musicista nata in Canada da madre irlandese e padre tedesco, cresciuta in Messico e attualmente residente in Svizzera, riassume così il suo impegno per l’acqua bene comune.

Sarà lei, infatti, la protagonista assoluta del concerto a ingresso libero che chiuderà la campagna referendaria domani sera, venerdì 10 giugno, alle 21:15 presso la sala Kursaal di Grottammare.

“Le canzoni che canterò domani sono quasi tutte mie, inclusa una che ho scritto in italiano dedicata all’acqua”, ha spiegato Theresia nel corso della conferenza stampa tenuta oggi, 9 giugno, al caffè Fronte del Porto di San Benedetto. “Non abito in Italia e quando mi hanno parlato per la prima volta del progetto di privatizzazione dell’acqua ho pensato che fosse uno scherzo. Perché ho deciso di dare una mano? Ognuno di noi ha un ruolo da svolgere nella società e il mio è attraverso la musica. Mi sono occupata di ragazzi di strada, vittime di tratta e di diritti umani in generale, quindi per me è naturale cantare per il diritto all’acqua, che è un diritto di base per tutti. Mi sento coinvolta in quanto persona viva“.

Theresia Bothe è una cantante e autrice capace di spaziare tra musica medioevale, barocca, classica, popolare e jazz. Da anni mette la sua voce unica ed emozionante al servizio di chi non può parlare, dei dimenticati di tutto il mondo che vivono ai margini della società e nella negazione dei diritti sociali.

Nel concerto di domani sera, sarà accompagnata da Daniele De Santis alla chitarra e Alessandro Olori al pianoforte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)