TERAMO – L’Arma dei Carabinieri ha festeggiato anche a Teramo il 197mo anniversario della fondazione, con una cerimonia che si è tenuta presso il Comando provinciale, nella Caserma “Raffaele Porrani”, alla presenza delle massime autorità militari ed amministrative del territorio.

Nel corso della cerimonia sono stati illustrati i dati sulla criminalità e le operazioni condotte dall’Arma nel corso dell’anno. Rispetto al 2010 sono aumentati i furti, con un incremento nell’ultimo semestre del 2010. Per far fronte alla situazione sono stati aumentati del 31% i servizi esterni, come ad esempio la vigilanza a piedi nei centri abitati e i controlli sul territorio. In calo invece le rapine, passate da 83 a 65 (un 21% in meno). Dal giugno 2010 sono stati 4 gli omicidi in provincia, 356 le truffe e 274 le persone segnalate alla Prefettura per questioni legate alla droga, 76 i denunciati, 75 gli arresti e 6 i chili di stupefacente complessivamente sequestrati nell’ultimo anno. Nell’ambito dei controlli del nucleo dell’Ispettorato del Lavoro sono state emesse sanzioni per 790mila euro.

La giornata di festeggiamenti si è conclusa con una serie di riconoscimenti, consegnati a militari che si sono contraddistinti in particolari attività. Tra questi il luogotenente Vincenzo Cassano, il maresciallo Cesario Biscozzo e il brigadiere Massimiliano Mariottini, per meriti conseguiti nelle indagini sull’omicidio di Antonio De Meo, il giovane di Castel Di Lama ucciso a Martinsicuro nell’agosto 2009. Per la stessa operazione, sono stati insigniti del riconoscimento, alla caserma Rebeggiani di Chieti, il capitano della Compagnia di Alba Adriatica Pompeo Quagliozzi e l’appuntato scelto Enio Ravicini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)