CUPRA MARITTIMA – I proprietari del Museo Malacologico di Cupra Marittima, i fratelli Tiziano e Vincenzo Cossignani, hanno vissuto un’emozionante pomeriggio. Sabato 4 giugno infatti è stata un’importante data per loro: hanno celebrato i 35 anni di attività del Museo nei migliore dei modi, con tante novità. Durante il pomeriggio è stato presentato il libro “Malacologia Mediterranea”, un’opera, costata circa 8 anni di lavoro, che rimarrà una pietra miliare per gli appassionati di conchiglie, che racchiude più di 7.500 foto a colori e contiene tutte le informazioni su tutte le conchiglie del Mediterraneo.

Hanno lavorato alla sua realizzazione, oltre ai fratelli Cossignani, anche altri appassionati ed esperti del settore come Roberto Ardovini, Alberto Cecalupo, Pasquali Micoli, Morena Tisselli e Giovanna Lipparini. Hanno prestato la propria collaborazione anche Raphael La Perna professore universitario, Paolo Provato vice presidente della società Italiana di Malacologia, Antonio Di Nisio e Domenico Capua.

Per l’occasione è stato consegnato il premio “Una vita per la Malacologia”, riconoscimento che i Cossignani conferiscono a chi ha dedicato tempo e risorse allo studio delle conchiglie. Quest’anno l’onore è andato a Alberto Cecalupo, milanese che ha scritto diversi libri e tanti articoli sulle conchiglie, sta attualmente lavorando ad un volume su una piccola famiglia di conchiglie ed ha individuato 171 nuove specie.

Sabato è stata inoltre inaugurata la mostra “Africa, maschere e misteri”, che comprende circa 150 maschere provenienti Gabon, Camerun, Costa d’Avorio, Congo, Nigeria ed altri Paesi africani. Presente per l’avvenimento anche l’ambasciatore del Gabon, Carle Sossonghe, insieme alla sua signora. Anche l’artista Anna Prestigiacomo ha presentato la sua mostra “Forme d’Acqua”.

Hanno partecipato all’evento il sindaco di Cupra Domenico D’Annibali (che ha consegnato a nome dell’amministrazione ai Cossignani un’incisione dell’artista Renzo Codognotto di una poesia di Franco Regi “Cupra per sempre”) l’assessore alla cultura del Comune di Cupra Luciano Bruni, il presidente della Provincia Piero Celani, i rappresentanti della Prefettura di Ascoli, i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, l’assessore all’ambiente della Regione Sandro Donati, il consigliere Regionale Paolo Perazzoli, l’Onorevole Amedeo Ciccanti, l’Onorevole Pietro Paolo Menzietti, l’Onorevole Remigio Ceroni e l’ex sindaco di Cupra Giuseppe Torquati.

Tutti si sono complimentati con i fratelli Cossignani per l’idea di coprire il tetto del museo con i pannelli fotovoltaici e per essere riusciti a diventare perciò il primo museo in Italia ad “emissione zero”. A chiudere l’incontro un momento di convivialità con cozze per tutti offerte dal Museo ai presenti. Purtroppo il divulgatore scientifico Alberto Angela non è potuto intervenire, ma ha promesso che visiterà il museo nei prossimi giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 574 volte, 1 oggi)