L’estate è alle porte e ne approfitto per pubblicare una lettera inviateci dal nostro attento lettore, nonchè ex assessore, Nazzareno Torquati ,che ritengo utilissima al progresso di una riviera come la nostra che, da quest’estate, oltretutto, diventerà anche la “Riviera dei bambini” su specifica iniziativa del presidente degli albergatori, Gaetano Sorge. Eccola:

«Vorrei ricordare agli imprenditori turistici che il 5 maggio 2011 c’è stata l’approvazione definitiva in Consiglio dei ministri la riforma del settore turistico: fra le nuove norme, sancito il diritto per le persone con disabilità alla fruizione dell’offerta turistica in modo completo e in autonomia, in pari opportunità rispetto a tutti gli altri cittadini e senza aggravio di prezzo.

Finalmente viene sancita per legge il diritto dei disabili di poter fare turismo senza essere sottoposto a percorsi di guerra o a sistemazioni mortificanti. Un grazie va al ministro Michela Vittoria Brambilla che afferma “riordina la disciplina del settore e rappresenta la prima vera completa riforma del turismo che sia mai stata fatta in Italia, un settore privo fino a oggi di regole chiare e completo”.

Tre gli obiettivi citati: “Tutelare il turista all’insegna di regole certe e trasparenti, aiutare le imprese che devono competere in un mercato internazionale, stimolare la riqualificazione dell’offerta turistica del settore: è un’importante occasione di crescita”.

Il ministro, illustrando i singoli punti del provvedimento, ha affermato di tenere in modo particolare alla novità riguardante le persone con disabilità e definisce atto discriminatorio impedire alle persone con disabilità di fruire dell’offerta turistica: vogliamo un’Italia aperta a tutti e senza barriere”. I nostri albergatori faranno proprio questo nuovo regolamento attuando con la massima sollecitudine tutte le opere necessarie per una perfetta ospitalità dei disabili?» (Nazzareno Torquati).

Una raccomandazione che, siamo certi, non passerà inosservata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)