MONTEPRANDONE – Erba alta ai bordi delle strade. Arriva puntuale la risposta della giunta Stracci dopo la denuncia del gruppo consiliare di minoranza “Monteprandone Libera”, che nei giorni scorsi evidenziava l’incuria di alcuni tratti stradali, come la Salaria e la zona artigianale di Centobuchi. L’amministrazione fa sapere che le attività di pulizia e sfalcio si stanno effettuando proprio in questi giorni, come in ogni avvento dell’estate, ma per alcune strade la competenza non è comunale bensì provinciale.

“A tal proposito l’Ufficio Lavori Pubblici, su indicazione dell’amministrazione comunale – spiega l’assessore alla Viabilità Marino Lattanzi – ha organizzato i lavori secondo una specifica priorità di interventi (scuole, spazi verdi attrezzati e strade comunali). Tali interventi sono stati realizzati impiegando tutte le risorse umane e i mezzi a disposizione del Comune”. Quanto alla zona artigianale, proprio in questi giorni si stanno eseguendo i lavori di pulizia.

“In merito alla Salaria invece – dichiara Lattanzi -, i consiglieri di opposizione dovrebbero sapere che la competenza della manutenzione dei bordi stradali è dell’amministrazione provinciale di Ascoli. Ciò nonostante il Comune interviene per liberare gli incroci da erba e sterpaglie per assicurare una maggiore visibilità agli automobilisti ed evitare incidenti anche su strade gestite dalla Provincia come la strada Ragnola, via San Giacomo, Contrada Colle Appeso e appunto la Salaria”.

“A questo punto confido nel fatto che – aggiunge il sindaco Stefano Stracci -, vista la sensibilità del gruppo consiliare ‘Monteprandone Libera’, si possa redigere un documento sottoscritto da tutti i capigruppo da inviare con urgenza al presidente della Provincia Piero Celani, affinché l’ente da lui presieduto si impegni ad eseguire i lavori di pulizia delle scarpate”.

L’augurio del sindaco è che ciò venga fatto il prima possibile per evitare, oltre a problemi di igiene e decoro, l’insorgere di incendi, come è accaduto lo scorso 31 maggio. “In quell’occasione solo il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha impedito che un focolaio di incendio di sterpaglie, generatosi sulla Salaria, mandasse in fumo il patrimonio boschivo di Villa Nicolai, il parco più importante della Vallata del Tronto per le sue rarità botaniche”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 706 volte, 1 oggi)