CUPRA MARITTIMA- “L’acqua non si vende” è lo slogan del Comitato Referendario Provinciale durante l’incontro di informazione che si è svolto giovedì 2 giugno al cinema Margherita. Durante la serata infatti è stato proiettato il filmato intitolato “Water Makes Money” di Leslie Franke e Herdolor Lorenz che riporta esperienze vissute in Europa da Francia e Germania. In questi paesi la gestione dei servizi idrici è in mano alle multinazionali Veolia e Suez che “con l’inganno di un contratto di P.P.P. (Partenariato Pubblico Privato) si sono appropriate del monopolio dell’acqua facendo salire le bollette degli utenti sino al 6/700 per cento e spesso senza più preoccuparsi della manutenzione della rete idrica”.

Nel filmato sono dunque riportati appelli, pareri, provvedimenti, gli aspetti tecnico giuridici e una serie di testimonianze che fanno riflettere sull’acqua e sui relativi aspetti etici, politici e sociali, cercando di offrire degli spunti per l’attivazione di percorsi territoriali integrati di educazione alla cittadinanza attiva. Riflessione tenuta anche da Piergiorgio Cini con la lettura di brani di famosi autori quali Gianni Rodari, Stefano Benni, Erri de Luca, Aldo Palazzeschi, Eduardo de Filippo e molti altri.

Interessante inoltre l’approfondimento di Pier Luigi Addarii dell’Sos Missionario che si è concentrato sull’evoluzione delle politiche di gestione dell’acqua, affrontando i temi del diritto e dell’accesso all’acqua sia rispetto alle trasformazioni imposte dalla cultura dominante della mercificazione e privatizzazione, sia in relazione alle sfide per una nuova politica e cultura dell’acqua come “diritto e bene comune, patrimonio dell’umanità”. A concludere la manifestazione ci ha pensato l’allegra performance del gruppo teatrale “Informare ridendo (povera me)” interpretata dalle suffragette dei diritti dell’acqua Maria Gioconda Pignotti, Mario Lanciotti, Teresa Pistonese e Francesca Merlini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 285 volte, 1 oggi)