ANCARANO – Una simulazione di radiocomunicazioni di emergenza per non restare impreparati in caso di alluvioni. L’esercitazione, che si è tenuta lungo la sp1 della Bonifica del Tronto e in un’azienda del territorio di Ancarano è stata eseguita dalla Protezione Civile di Ancarano e dalla Protezione Civile di Spinetoli, con le operazioni coordinate rispettivamente dal sindaco Angelo Panichi e dall’esperto Mauro Luzi. La simulazione è stata organizzata a conclusione del terzo corso gratuito di radiocomunicazione base organizzato dall’Associazione Radioamatori Carabinieri C.o.t.a. di AscoliPiceno tenuto da esperti come Claudio Giacinto, Fabrizio Paoletti e Adacro Di Giamberardino, operanti in numerose e gravi situazioni di calamità in Italia, tra cui Foligno e L’Aquila.

Diverse le fasi dell’intera operazione che hanno riprodotto le condizioni di un’alluvione: il controllo e monitoraggio degli argini del fiume Tronto, l’allagamento di un’azienda a ridosso del fiume (ditta Salpi), il rifornimento auto con rifocillazione da parte dei volontari presso il piazzale Cesaroni, sotto la supervisione del Coordinatore della Protezione Civile di Ancarano Massimo Fioravanti, l’appello dei mezzi da parte della Centrale (C.o.c) via radio, e infine la simulazione della ricerca di un disperso nelle campagne di Ancarano.

Tra le prove più impegnative a cui i volontari sono riusciti con destrezza a far fronte, quella dell’accensione in una condizione di buio assoluto di generatori diesel per l’illuminazione dell’area alluvionata, attivando poi delle pompe ad immersione per aspirare l’acqua e riversarla nell’apposito canalone di emergenza.

L’esercitazione ha impegnato trenta persone per un totale di 10 mezzi equipaggiati di radiotrasmittenti professionali Cb, Pmr, Lpd, e corredati di materiale di primo intervento, rispettivamente della Protezione Civile di Montedinove, Spinetoli e Ancarano.

Il tutto si è svolto sotto la copertura della maglia radio allestita per l’occasione dal C.o.t.a., coordinata dal sindaco di Ancarano Panichi  con l’ausilio del Coordinatore del C.o.t.a. della Regione Marche Claudio Giacinto.

I controlli radio fra il Cento Operativo Comunale di Ancarano, ancora sperimentale, gestito dal C.o.t.a Sezione Locale di Ascoli Piceno e la maglia radio si sono rivelati tecnicamente impeccabili anche grazie alla grande esperienza dei 2 operatori nel C.O.C. Gianni MarcucciPaolo Giacinto, entrambi esperti Radioamatori di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 365 volte, 1 oggi)