SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La più votata del Partito Democratico per ora non si sbilancia. Nemmeno dopo il trionfo al ballottaggio di Gaspari, che a questo punto dovrebbe vederla in cima alla lista dei pretendenti di un ruolo centrale all’interno della rinnovata maggioranza.

Margherita Sorge ha quindi di che sorridere e ai microfoni di Rivieraoggi.it dice la sua in merito all’ immediato futuro: “Non metto limiti a nulla, sarà una valutazione che farà il sindaco col partito. Per ora è prematuro parlarne”. Qualche preferenza nel corso del lungo pomeriggio post-trionfo l’ha comunque confessata, non mascherando quelle che sono le attitudini personali: “Per vissuto ed esperienza mi vedrei pronta ad un assessorato alle Politiche Sociali. Non ho mai negato che mi piacerebbe. Credo sia giusto ogni tanto occuparsi di altro, fare cose diverse. E’ bello cambiare”.

Un messaggio chiaro, seppur tra le righe, all’attuale possessore della delega Loredana Emili che, a questo punto, potrebbe non dormire più sonni troppo tranquilli. Nel giorno degli abbracci nessuno se la sente di improvvisarsi guastafeste, pertanto i sorrisi e gli applausi prendono il sopravvento. Tuttavia, da mercoledì si comincerà a pensare alla nuova squadra e, passata la sbornia, il sindaco avrà la sua gatta da pelare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 575 volte, 1 oggi)