ANCONA – La Giunta regionale, ad iniziativa del vice presidente e assessore all’Agricoltura, Paolo Petrini, ha approvato l’integrazione della proposta di riconoscimento di evento atmosferico a carattere eccezionale, verificatosi agli inizi del marzo scorso. “Abbiamo inserito – osserva Petrini – i comuni di Grottammare e Ripatransone per i danni provocati alle strutture aziendali, a causa dell’esondazione del Tesino, e i comuni di Cingoli e Loro Piceno per i danni alle infrastrutture agricole. Danni per un totale di oltre 2 milioni e 800mila euro, a fronte del quale chiediamo l’intervento del Fondo di solidarietà nazionale per l’attivazione delle misure compensative, dirette al ripristino delle strutture aziendali, impianti e scorte, oltre che delle infrastrutture connesse con l’attività agricola”

Sempre la Giunta regionale, su proposta stavolta dell’assessore alle Attività produttive, Sara Giannini, ha approvato le disposizioni attuative del Fondo straordinario per facilitare l’accesso al credito e alle garanzie da parte delle piccole e medie imprese danneggiate dall’alluvione dei primi del marzo scorso. “Un intervento speciale – sottolinea la Giannini – dotato di risorse finanziarie per cinque milioni di euro, messo in atto dalla Giunta regionale per sopperire alla mancanza di stanziamenti specifici da parte del Governo nazionale a fronte della drammatica ondata di maltempo abbattutasi in quel periodo sulle Marche. Famiglie e imprese colpite si attendevano un’attenzione diversa da parte di Roma, invece che solidarietà abbiamo ricevuto l’inedita tassa sulle disgrazie contro la quale ci siamo attivati. Occorreva però dare risposte immediate, a cominciare dalle difficoltà delle aziende, che si sommano agli strascichi persistenti della crisi economica. Per questo, nonostante le ristrettezze finanziarie entro le quali si muove la Regione, abbiamo reperito cinque milioni di euro per dare sostegno alle imprese in questa fase delicata, individuando modalità operative concordate con le associazioni di categoria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)