PESARO – Pesanti condanne per il fallimento della Vis Pesaro del campionato 2004-05, e ad esserne coinvolti sono anche il sambenedettese Enrico Piccioni e l’acquavivano Carlo Viviani. L’allora presidente Giuseppe Bruscoli è stato condannato a cinque anni di reclusione, Carlo Viviani, imprenditore acquavivano, 4 anni e Enrico Piccioni, all’epoca dirigente, 4 anni. Assolti Rosario Braione e il figlio di Bruscoli, Roberto.
Il processo si è concluso il 25 maggio: per l’accusa i condannati sono responsabili della sparizione dei libri contabili e di almeno 800 mila euro (contributi della Lega versati ad inizio campionato).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.244 volte, 1 oggi)