CUPRA MARITTIMA – Successo per il secondo ciclo di visite di scuole francesi nel nostro territorio. Dal 16 al 25 maggio scorso infatti i giovani provenienti da Massy, ovvero circa 60 alunni di undici anni, hanno partecipato ai Campi Archeologici Internazionali organizzati dalla Cooperativa Idrea di Andrea Mora, l’Association Strategies Europeennes (direttrice Lucienne Biondi Nittenberg), in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica delle Marche, con particolare interesse del soprintendente Giuliano de Marinis, dell’ispettrice archeologa responsabile del cantiere didattico Nicoletta Frapiccini, insieme ai Comuni francesi di Massy e Noisy Sur Ecole, ed il comune di Cupra Marittima.

A conclusione dell’esperienza martedì 24 maggio i bambini si sono recati presso la sala consiliare del Comune di Cupra dove hanno ricevuto un riconoscimento da parte del sindaco Domenico D’Annibali, dell’assessore alla Cultura Luciano Bruni e dall’assessore ai servizi sociali Anna Maria Cerolini. I bambini grazie a questo soggiorno hanno svolto tante attività formative: hanno preso parte a veri e propri scavi nell’area del Parco Archeologico di Cupra, hanno seguito laboratori dei maestri artistici di scultura, ceramica, disegno, restauro, mosaico e decorazione, hanno ammirato le risorse culturali ed artistiche locali, visitando diverse città come Ascoli Piceno, Montottone, Offida, San Benedetto, Marano ed Museo Malacologico di Cupra. Divertente inoltre è stato per loro poter incontrare una classe di coetanei italiani. Ai campi internazionali, giunti ormai alla sua dodicesima edizione, hanno lavorato anche traduttrice Sara Corradetti e dell’archeologo Loris Salvucci. Il prossimo appuntamento è per il mese di luglio, quando a Cupra arriveranno altri studenti francesi sempre intenti a scoprire il mondo dell’archeologia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 288 volte, 1 oggi)