ANCARANO – Le procedure per dare avvio al ripascimento morbido del litorale vibratiano saranno eseguite dal Commissario per l’alluvione. Una soluzione pensata dal consigliere regionale Emiliano Di Matteo e avallata dal presidente Chiodi e dal Direttore regionale dei Lavori Pubblici per permettere un’accelerazione delle procedure in vista dell’imminente stagione estiva.

“Questa volta la Regione Abruzzo – ha affermato Di Matteo – non ha potuto seguire l’iter con il quale lo scorso anno è intervenuta con il ripascimento morbido, in quanto non era possibile attingere ai fondi Fas come anticipazione di bilancio. Tutti noi – prosegue – a cominciare dal Presidente, siamo consapevoli della gravità del problema e del fatto che le mareggiate del primo marzo hanno ulteriormente appesantito la situazione”. Di Matteo quindi ha proposto che l’intervento di ripascimento morbido sul litorale teramano fosse avviato con procedura d’urgenza dal Commissario per l’alluvione. “Questi infatti – spiega – è in grado di attivare azioni immediate senza utilizzare le normali procedure che dovrebbero essere seguite dai Comuni e che richiederebbero molto più tempo per utilizzare i fondi necessari”.

A tal proposito per accelerare l’iter Chiodi nelle scorse settimane ha fatto pressioni sul Governo affinchè il Consiglio dei Ministri provvedesse alla nomina. “In questo modo – aggiunge – tanto la zona Nord di Alba quanto Martinsicuro, potranno beneficiare di tali interventi di ripristino e salvare la stagione turistica”.

E se il ripascimento morbido costituisce comunque una soluzione tampone che non risolve a lungo termine il problema dell’erosione costiera, Di Matteo afferma che la Regione Abruzzo ha in progetto anche interventi definitivi che però necessitano per la loro realizzazione di somme ingenti che pur non essendo al momento disponibili, dovrebbero però essere acquisiti attraverso i fondi Fas.

“Non comprendiamo quindi gli attacchi strumentali degli ultimi giorni da parte di un’associazione nei confronti della Regione Abruzzo e del presidente Chiodi, utili solo a garantire un po’ di pubblicità a qualcuno. Apprezziamo invece molto l’impegno e l’atteggiamento del Consorzio Costa dei Parchi che, anche sul problema erosione, si sta dimostrando interlocutore attento e corretto.

Mi sembra giusto sottolineare che tale Consorzio – conclude Di Matteo – giustamente rivendica attenzione al nostro territorio per valorizzare il quale ha, con proprio risorse, allestito una serie di importanti e prestigiosi eventi che stanno da settimane promuovendo un’immagine positiva e vincente della Val Vibrata”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 148 volte, 1 oggi)