SAN BENEDETTO DEL TRONTO – D’Alema sì, La Russa no. E sulla defezione del Ministro della Difesa Gaspari non rinuncia alla frecciata: “C’è stata la fuga. Una volta saputo che qui sarà impossibile vincere ha preferito non venire. E’ un dato di fatto”.

In compenso, venerdì pomeriggio il sindaco uscente potrà contare sull’apporto dell’ex Premier, considerato vero e proprio amuleto tra le fila del Partito Democratico. Il Presidente del Copasir infatti sbarcò in Riviera già nel 1997 in sostegno dell’allora primo cittadino Paolo Perazzoli ed ancora lo scorso anno sempre per quest’ultimo, candidato per una poltrona a Palazzo Raffaello. Due annate fortunate, che Gaspari spera di emulare.

“A D’Alema mi legano amicizia e una profonda stima, nata quando nel 1975 divenne segretario della Fgci (Federazione Giovanile Comunista, ndr) di cui facevo parte. La sua visita in città e sempre ben gradita e speriamo porti bene, come da tradizione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 342 volte, 1 oggi)