SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lega Navale, cultura marinara, ricordo del Risorgimento e della vita quotidiana di un suo eroe, Garibaldi. E la bravura dello staff e degli studenti dell’Istituto Alberghiero “Filippo Buscemi”. Sono gli ingredienti della “Cena Garibaldina” tenuta presso l’Ipssar presieduto da Alfonso Sgattoni mercoledì scorso, per celebrare l’arrivo in città dell’iniziativa “La Vela ci Lega”. In particolare la sezione di Desenzano del Garda-Brescia della Lega Navale è motore stimolante di questa iniziativa, una barca a vela itinerante nei porti italiani dall’Adriatico al Tirreno, con gli equipaggi che si alternano ad ogni tappa.
San Benedetto non è stata scelta a caso, come tappa, in quanto la locale sezione della Lega Navale (che, lo ricordiamo, è un Ente Pubblico sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, operante dal 1897) è molto attiva. L’anno scorso la città ospitò l’assemblea generale dei soci e una bella mostra su Jack La Bolina, personaggio storico con ascendenze ascolane, fra gli ideatori e fondatori della Lega Navale Italiana, personaggio riscoperto dalla ricerca storica del professor Ugo Marinangeli.
E proprio a Jack La Bolina è stato dedicato il libro presentato in anteprima all’Alberghiero da Gigi Anelli e Giuseppe Merlini ” “Jack La Bolina – al servizio del mare italiano”, realizzato grazie al contributo della Fondazione Carisap e che sarà presentato ufficialmente all’inizio del mese di giugno prossimo in occasione della festa della Marina Militare.

Cena Garibaldina, quella preparata dai ragazzi dell’Alberghiero grazie a un lodevole lavoro di studio e ricerca,elaborato secondo i gusti invero frugali dell’eroe: fave, pecorino, pesto genovese, minestra di verdure, baccalà con pinoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 375 volte, 1 oggi)