SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Un testimone che naviga di porto in porto:  è così che Assonautica e  Unioncamere celebrano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. La Staffetta Nautica – Italia unita dal mare ha fatto tappa lunedì mattina a San Benedetto del Tronto. La manifestazione si è svolta presso la Capitaneria di Porto grazie alla disponibilità del comandante Daniele Di Guardo. Prima di presentare l’evento, il presidente della Camera di commercio Adriano Federici ha voluto spendere alcune parole per ricordare la struttura e la finalità di Assonautica.

“Si tratta di un’associazione volta a tutelare gli interessi del diportismo italiano nonchè a favorire lo sviluppo del turismo nautico e attività di filiera ad esso collegate – spiega il presidente Federici – In questo quadro la Staffetta Nautica, atta a valorizzare il “sistema mare” del nostro paese, rappresenta un importante impulso per le imprese italiane e locali che operano nel settore”.

La bandiera italiana sarà il testimone che nell’arco della staffetta verrà consegnato in 70 porti. Sull’Adriatico è partita il 14 maggio scorso da Trieste, mentre nel mar Tirreno ha preso avvio domenica 22 maggio. Il 26 giugno, nel porto del Lido di Ostia, il testimone verrà consegnato al Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro.

“La tappa odierna a San Benedetto del Tronto rappresenta il giusto riconoscimento alla grande tradizione marinara di questa città” ha concluso Adriano Federici che nell’ambito dei festeggiamenti non ha esitato a ringraziare imprenditori e tutti coloro che lavorano nell’ambito della pesca.

Momento clou della cerimonia è stato la firma del Prefetto Pasquale Minunni sulla pergamena che viaggerà ora alla volta di Pescara a bordo della Chiara F. messa a disposizione dell’armatore Giovanni Fulgenzi e condotta da Guido Lupidi.

.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)