MARTINSICURO – “La diretta web del Consiglio comunale? Se permettete, la facciamo noi”.

Se l’amministrazione comunale non ha i fondi per avviare un servizio di ripresa e trasmissione audio-video in streaming del civico consesso, Città Attiva lancia la proposta di accollarsi l’onere realizzando le riprese mettendo a disposizione la propria strumentazione. La richiesta di trasmettere in diretta web il Consiglio comunale era già stata avanzata dal gruppo di minoranza con una mozione presentata il 12 gennaio 2009, che all’epoca era stata votata all’unanimità nella seduta consiliare del 6 febbraio.

Ma, nonostante le intenzioni favorevoli espresse in tal senso dalla maggioranza Di Salvatore, da allora non ci sono stati ulteriori sviluppi per motivi a quanto pare dovuti a carenza di fondi. A distanza di due anni quindi, i consiglieri di opposizione tornano a formulare la richiesta allegando anche la relativa soluzione, consistente nell’impiego di strumentazione propria.

“Poiché è lecito supporre – afferma Città Attiva – che nessuno dell’amministrazione si sia attivato in tal senso (per le riprese in streaming, ndr) e che certamente il Comune non investirà nemmeno un euro a tale scopo, ci permettiamo di avanzare una proposta: chiediamo di poter effettuare lo streaming video sulla rete internet dei Consigli comunali, con propria attrezzatura e a proprie spese”.

Nella richiesta, protocollata in Comune lunedì mattina, il gruppo civico chiede la possibilità di utilizzare la connessione internet comunale e gli allacci alla corrente il tempo necessario per poter effettuare le riprese dei Consigli comunali e trasmetterli in diretta sul web, impegnandosi nel contempo “a non disturbare o arrecare pregiudizio durante la ripresa, a non utilizzare le immagini a scopo di lucro, a utilizzare il materiale registrato all’unico scopo per cui la ripresa è stata autorizzata, a non manipolare artificiosamente il contenuto della ripresa in modo da renderla mendace o discorsiva rispetto l’essenza ed il significato delle opinioni espresse”.

La trasmissione in diretta del Consiglio comunale, oltre a permettere una maggiore partecipazione al dibattito politico da parte di coloro che non possono essere fisicamente presenti alle discussioni in sala consiliare, porterebbe anche alla creazione di un archivio contenente tutte le registrazioni in forma integrale, che “Città Attiva si impegna a mettere a disposizione dei cittadini”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)