TABELLINO  Fabi Shoes Montegranaro- Angelico Biella: 79-82.

FABI SHOES MONTEGRANARO: Ford 21 (8/12,-), Nasini ne, Fenati ne, Cavaliero 9 (0/1, 3/7), Williams 2 (1/2, 0/1), Maestranzi 6 (0/3,2/5), Mazzola , Ray 3 (-, 1/4), Cinciarini 18 (3/3,2/6), Tucker 12 (6/12, 0/2), Ivanov 8 (4/7,0/1). All.: Sharon Drucker.
ANGELICO BIELLA : Minessi ne, Coleman 20 (4/11,3/5), Soragna 5 (0/1,1/3), Moraschini 4 (2/2,0/1), Sosa 23 (6/13,2/5), Cuccarolo 2 (1/ 2,-), Chessa  (-,0/2), Viggiano 14 (4/4,2/5), Salyers ne, Jurak 6 (2/2,0/2), Ekperigin 8 (3/5,-). All: Massimo Cancellieri.
Arbitri: Fabio Facchini, Roberto Chiari, Evangelista Caiazza.
Note: parziali 21-21; 18-15 (39-36); 18-27 (57-63); 22-19 (79-82). Tiri da due Montegranaro 22/40, Biella 22/40; tiri da tre Montegranaro 8/26, Biella 8/23; tiri liberi Montegranaro 11/17, Biella 14/24; assist Montegranaro 14, Biella 8; stoppate Montegranaro 3, Biella 1; schiacciate Montegranaro 4, Biella 4.
Spettatori: 2825

PORTO SAN GIORGIO – E’  il giorno del verdetto finale. Con Brindisi ormai retrocessa, Montegranaro, Biella e Teramo giocano per evitare il penultimo posto in classifica. Posto che quest’anno significa dover pagare una multa di ben 500.000 euro per la permanenza in serie A. Il caso ha voluto che l’ultima partita per la Sutor fosse proprio contro Biella.

Gara decisiva e fondamentale per entrambe, i Piemontesi lo hanno capito fin da subito. Sempre a contatto nel primo tempo, danna il via alla fuga nel terzo quarto, sorpassano i padroni di casa e si aggiudicano il match.

La squadra di Cancellieri ha giocato una signora partita, trovando un ispiratissimo Viggiano nel primo quarto (6 punti, 3/3 da due) a supporto dell’inarrestabile Sosa, coadiuvato nel secondo tempo dall’energico Coleman. La Sutor parte bene grazie al principe del pitturato Sharrod Ford. Si fa vedere a sprazzi anche Ivanov che chiude il primo tempo in vantaggio (39-36).

Nel terzo quarto esplode tutta la voglia di vincere dei piemontesi, Coleman e Viggiano danno il via alla fuga, Maestranzi mette la pezza dalla lunga distanza ma non ha fatto i conti con il giovane Sosa che porta la sua squadra al massimo vantaggio del +9 (52-61).  Cavaliero ricuce, si conclude 57-63.

Nell’ultimo periodo la Fabi continua a subire la determinazione di Sosa e compagni. Rimane aggrappata al match grazie alla spettacolare prova di orgoglio di Cinciarini. Un vero Capitano, l’unico insieme a Ford e Cavaliero a capire l’importanza della partita. Finisce dalla lunetta con lo 0/2 di Ford e la vittoria dell’Angelico per 79-82.

E mentre Biella festeggia la sua salvezza, al Palasavelli scende un insolito silenzio tra i tifosi gialloblu che attendono l’esito della gara tra Bologna e Teramo. La squadra di Ramagli avanti di dieci fino a due minuti dalla fine perde di due punti per un canestro di Kennedy allo scadere. E’ di nuovo festa al Palasavelli stavolta tocca a Montegranaro sorridere perchè la sconfitta dei cugini Teramani significa tredicesimo posto e salvezza. E’ di nuovo serie A, non si conclude con un trionfo ma queste sono le regole del gioco, il vero basket.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)