TORTORETO – “I Laboratori Nazionali del Gran Sasso, una finestra sull’Universo infinitamente piccolo”: è questo il titolo del convegno, organizzato dal Lions Club Val Vibrata in collaborazione con il Comune di Sant’Omero, che si tiene giovedì 19 maggio alle ore 18 nella sala marchesale di Sant’Omero.

A spiegare e far comprendere il difficile lavoro quotidiano che gli scienziati svolgono in quei sotterranei famosi in tutto il mondo, con il supporto di immagini, ci sarà il direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, la dottoressa Lucia Votano, prima donna a dirigere uno dei quattro laboratori dell’Istituito.

Lucia Votano, laureata in Fisica all’Università La Sapienza di Roma, prima di arrivare a dirigere le tre sale dei sotterranei del Gran Sasso ha svolto la sua attività scientifica all’interno dei Laboratori Nazionali di Frascati dell’Infn nel 1976, ed ha partecipato alla realizzazione di importanti esperimenti al Cern e al laboratorio Desy di Amburgo in Germania.

E’ stata promossa primo ricercatore nel 1988 e direttore di ricerca nel 2000 ed è membro del “Peer Review Committee”, del Coordinamento Europeo per la Fisica delle Astro particelle (ApPec) e del Comitato per la Roadmap di Aspera che ha delineato, in un rapporto, il futuro della ricerca astro particellare in Europa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 217 volte, 1 oggi)