SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le Fiamme Gialle della Compagnia di San Benedetto del Tronto hanno tratto in arresto E.B.E., un nigeriano trentaduenne clandestino sul territorio italiano.
L’uomo è incappato in un posto di controllo delle unità cinofile ed è stato subito segnalato in maniera insistente da tutti e tre i cani antidroga “Opla”, “Pacat” e “Ughel” presenti nella circostanza; come già invano tentato in precedenza da altri soggetti al fine di sfuggire a più approfondite ispezioni personali, ha subito esibito spontaneamente tre piccoli involucri di cellophane, custoditi all’interno di un calzino riposto in una borsa, contenenti marijuana per un peso complessivo di 10 grammi.
Tuttavia, il perdurare dello stato di agitazione dei cani antidroga ha indotto i militari nel procedere ad un più accurato controllo del soggetto che, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di ulteriori 100 grammi della medesima sostanza stupefacente, occultata all’interno degli slip, che ne ha determinato l’arresto per il reato contemplato dall’art. 73 del D.P.R. n. 309/90.

E.B.E. è stato quindi tradotto presso la Casa Circondariale di Marino del Tronto (AP), anche in virtù del suo stato di clandestinità, accertato dai militari nell’ambito delle operazioni di identificazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 481 volte, 1 oggi)