TERAMO – “Con i 1400 volontari e i soli 4 dipendenti presenti nella provincia di Teramo, abbiamo svolto tante attività in questo ultimo anno tra cui, per esempio, ben 9000 servizi in ambulanza, per un totale di 200 mila ore di servizio”, con queste parole Valentino Ferrante, commissario del Comitato Provinciale di Teramo della Croce Rossa Italiana, ha dato il via alla conferenza stampa di sabato 7 maggio, alla vigilia della Giornata Mondiale della Croce Rossa. Scopo dell’incontro era quello di mostrare le tante attività che l’associazione compie sul territorio, anche attraverso la presentazione ufficiale del Calendario fotografico provinciale 2011.

Il calendario, composto dagli scatti del giovane studente Matteo Gallucci, mostra alcuni volontari sia durante il lavoro che svolgono nella vita, sia durante le attività nella Croce Rossa.

Per illustrare tutti i servizi offerti, erano presenti all’incontro i vertici provinciali delle componenti in cui è divisa l’Associazione: si è parlato dell’assistenza sociale che la Sezione Femminile compie a favore di 450 persone e 150 nuclei familiari, attraverso sussidi e aiuti di diverso genere; della presenza delle Infermiere Volontarie a sostegno di tossicodipendenti, alcolisti e reclusi al carcere di Castrogno; delle attività del Corpo Militare e dei Volontari del Soccorso insieme alla Polizia Stradale, come il progetto per la sicurezza stradale Drugs on Street, in cui la Croce Rossa fornisce supporto logistico e sanitario; dei centri di ascolto nelle scuole medie e superiori, con psicologi volontari; delle attività speciali, come il soccorso in acqua e in ambienti ostili, e dei servizi di Protezione Civile, come la presenza nel campo d’accoglienza di Mineo in Sicilia.

Per la Componente Giovani, i cui volontari sono chiamati anche Pionieri, ha parlato l’ispettore del gruppo di Alba Adriatica Alex Cicalè: “Le nostre attività spaziano dal campo della Pace a quello della Salute, da quello del Servizio nella Comunità a quello della Cooperazione Internazione, fino a quello dello Sviluppo dell’Associazione. Anche se in provincia siamo nati solo da un anno, abbiamo già realizzato molte attività per educare i giovani sul riciclaggio dei rifiuti, sulla prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili, sull’alcoolismo e su tanti altri temi importanti, ponendoci come target i ragazzi, nostri coetanei”.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche i tre commissari dei nuovi Comitati Locali: Massimiliano Ferrara, con competenza sui gruppi di Roseto, Atri, Silvi e Val Fino; Adriano Voogt, con competenza sui gruppi di Giulianova, Alba Adriatica e Corropoli; Pierluigi De Ascentiis, con competenza sui gruppi di Teramo, Campli e Val Vomano.

Al termine dell’incontro Valentino Ferrante ha allontanato definitivamente la Croce Rossa dalle polemiche sorte sulla riorganizzazione delle convenzioni del 118 da parte della Asl di Teramo, dicendo: “La Croce Rossa è sul territorio a prescindere dagli accordi con l’Azienda Sanitaria, con tante attività e tanti servizi per la società, secondo il principio di ausiliarietà e la collaborazione tra enti pubblici. Anche noi abbiamo subito molte riduzioni delle convenzioni con il 118, con alcune nostre sedi che l’hanno persa del tutto, come Corropoli, Val Fino e Campli, ma non entriamo nel merito delle decisioni della Asl e nelle polemiche che ne sono seguite. Continueremo a realizzare attività anche gratuite, come quelle di Protezione Civile durante l’emergenza alluvione di alcune settimane fa sulla costa, contando solo sui fondi che raccogliamo nel territorio, forti, ripeto, dei nostri 1400 volontari.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)