SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lunedì prossimo, 9 maggio, presso l’Istituto Alberghiero avrà luogo un’originale manifestazione dal titolo “Un pomeriggio Adamo”.

Si tratta di un incontro con Libereso Gugliemi che sarà condotto dal dottor Roberto Ferretti. L’incontro ha inizio alle ore 19. A seguire ci sarà la cena a tema, che ha per titolo “Libereso…Fiori in bocca” a cura dei docenti e degli alunni dell’Alberghiero, coordinati dal dirigente scolastico professor Alfonso Sgattoni. La quota di partecipazione è di 20 euro. Le adesioni devono pervenire al 336/4349354, anche con un sms, entro mezzogiorno di lunedì.

I piatti che compongono il menu saranno confezionati esclusivamente con le erbe spontanee raccolte, nella giornata di domenica, da personale della Scuola, in varie parti del nostro territorio. Libereso vive a Sanremo, vegetariano da cinque generazioni, all’età di ottant’anni sfoggia un’indomita criniera leonina. Si chiama Libereso Guglielmi perché suo padre, cultore dell’esperanto, diede ai figli nomi ispirati a ideali libertari. Ama autodefinirsi “giardiniere” ed è stato allievo dell’insigne maestro di botanica, professor Mario Calvino, direttore, negli anni Quaranta, della stazione sperimentale di floricoltura di San Remo, padre dello scrittore Italo Calvino. E’ stato 12 anni in Inghilterra dove ha ricoperto l’incarico di capo-giardiniere del Giardino Botanico Middleton House e del Giardino delle Erbe dell’Università di Londra. Tornato in Italia ha avuto l’incarico di rimettere a nuovo i 40 ettari del Parco di Villa Gernetto a Lesmo. Umanista, oltre che valente e raffinato acquarellista, ha scritto testi su erbe e ricette. Una serata tutta a sorpresa, ma sicuramente di spessore culturale e gastronomico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 134 volte, 1 oggi)