SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Le scuole non si inaugurano dopo averle distrutte”: con questo slogan gli studenti sambenedettesi riconducibili all’area della sinistra hanno diramato un comunicato stampa con il quale affermano che contesteranno la presenza del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, che sarà presente a San Benedetto nella mattina di sabato 7 maggio sia per inaugurare il nuovo Liceo Scientifico sia per appoggiare la campagna elettorale di Bruno Gabrielli.

“L’esecutivo della nostra associazione – scrivono gli studenti dell’Associazione Studentesca Robin Hood – Rete degli Studenti Medi della Provincia di Ascoli Piceno – ha deciso di dare luogo ad un sit-in davanti al liceo stesso durante l’intervento del Ministro, poiché riteniamo questo evento un semplice modo per fare campagna elettorale”.

“Non è lecito che una scuola ricostruita e modernizzata con un progetto proposto da una amministrazione
non coerente col pensiero del Ministro, e con i fondi stanziati dalla Provincia, debba ospitare
uno scenario del genere al suo interno. Perciò l’associazione decide di manifestare il proprio disaccordo con
striscioni, magliette, e quanto ci viene permesso nei limiti delle nostre possibilità. Non vogliamo assolutamente cadere, né tantomeno far cadere qualcun altro, nel tranello subdolo delle affermazini pre-elettorali, ed è con uno spirito di sdegno che domani manifesteremo. No alle menzogne! Sì al futuro!” termina la nota stampa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.644 volte, 1 oggi)