SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un luogo che sia sempre più il centro della vita associative: sabato 30 aprile si è svolta l’assemblea dei soci della Primavera Cooperativa Sociale “La Fabbrica dei Fiori” ha approvato il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2010.
Nel corso dell’assemblea, a cui hanno partecipato numerosi soci, oltre ai dati economici e finanziari, sono state illustrate le attività svolte nel corso del 2010 e gli obiettivi raggiunti, e si è parlato delle prospettive prossime della Cooperativa Sociale.

Nel corso dell’assemblea sono stati altresì discussi i progetti per il futuro. In particolare è stato chiesto a tutti i soci di svolgere attività presso il pubblico per incentivare l’acquisto dei fiori direttamente presso La Fabbrica dei Fiori nel presupposto che tali acquisti contribuiscono a rafforzare una iniziativa di privato-sociale che nel corso di tredici anni ha ottenuto buoni risultati, che, per la sua rilevanza, può essere considerata un unicum nel complessivo panorama marchigiano. In tal senso dando lustro al nostro territorio.
È stato altresì approvato il progetto per la trasformazione di una parte della palazzina uffici in un piccolo auditorium per quaranta posti che La Fabbrica dei Fiori farà utilizzare per le loro riunioni ad altre associazioni sprovviste di sede nonché per lo svolgimento di brevi e specifici corsi di formazione e conferenze.

Infine è stato chiesto ai soci di fare attività che di proselitismo presso il pubblico per promuovere l’attenzione ed avvicinare alla Fabbrica dei Fiori nuovi soci volontari così importanti per l’attività della Cooperativa Primavera.

La Fabbrica dei Fiori è una Cooperativa sociale Onlus che ha come unico scopo l’avviamento lavorativo di persone portatrici di disabilità psichica in tal senso operando in strettissima collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale della Asur 12, del Centro Diurno e dell’Ambito Sociale n. 21.

Nel corso del 2010 per i soli disabili La Fabbrica dei Fiori ha sviluppato almeno diecimila ore lavorative raggiungendo positivi risultati terapeutici con sollievo per le famiglie di provenienza. I giovani disabili vengono impegnati nella coltivazione di fiori presso le serre che si trovano in Porto D’Ascoli  e nel lavoro di manutenzione di parchi e giardini pubblici e privati.

Vengono altresì impegnati nella commercializzazione dei fiori che vengono venduti direttamente in Via Val di Fassa ove da quest’anno è stato attivato un garden aperto dal lunedì al sabato, nei mercati di San Benedetto del Tronto del martedì e del venerdì (zona Caffè Florian), il sabato dinanzi al Supermercato Conad San Benedetto, a Castel di Lama nel mercato del venerdì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)