MARTINSICURO – Le forze politiche di maggioranza e opposizione si coalizzano contro i tagli della Asl sul servizio della Croce Verde a Martinsicuro. Un argomento che ha visto crearsi subito un fronte comune per far in modo di ripristinare in città il servizio 24 ore su 24 contro le 12 (dalle 8 alle 20) previste attualmente dai tagli sanitari. L’ambulanza della Croce Verde in base alle disposizioni della Asl sarà operativa solo 12 ore al giorno con a bordo personale infermieristico. A Tortoreto invece verrà tagliata del tutto e a coprire le emergenze dovrà far fronte solo la Croce Rossa di Alba Adriatica.

Nel frattempo  a Martinsicuro ci si è organizzati assicurando comunque la copertura delle 24 ore nei tre mesi estivi grazie ai volontari della Croce Verde che lavoreranno nelle restanti 12 ore notturne.

E proprio al Consiglio comunale di lunedì l’assessore al sociale Marcello Monti (presidente della Croce Verde di Villa Rosa e dell’Anpas regionale) parlerà della questione ed illustrerà le motivazioni della non condivisione delle decisioni assunte dalla Asl. Prevista anche la presenza in  sala consiliare di una delegazione dei volontari della Croce Verde.

E’ probabile che l’intero consesso civico elabori un documento condiviso da inviare ai dirigenti della Asl nei quali si esprimono le ragioni per cui si dovrebbero riconsiderare i tagli effettuati a Martinsicuro.

Una mozione simile è già stata firmata dai Consigli comunali di Tortoreto e Alba Adriatica, che le hanno inviate ad Asl e Regione Abruzzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 123 volte, 1 oggi)