COLONNELLA – “Abbassiamo i toni, smorziamo le polemiche e parliamo di contenuti”. Augusto Di Stanislao interviene sulla polemica dei programmi elettorali copiati, sollevata inizialmente dalla sua lista “Insieme per Colonnella” nei confronti di “Città sostenibile” e che ha portato quest’ultima a ripagare gli avversari politici con la stessa moneta fatta di documenti confrontati e similitudini trovate su altre fonti a cui avrebbe attinto il programma del parlamentare dell’Idv.

Una polemica che negli ultimi giorni ha raggiunto toni molto accesi e che ha infiammato il dibattito cittadino con veri e propri scontri verbali tra i sostenitori dell’una e dell’altra lista. Ora però Di Stanislao interviene con un comunicato e si augura che i termini della campagna elettorale tornino nell’ambito di un civile confronto politico, etichettando le polemiche come “un polverone e la solita tempesta in un bicchiere d’acqua”. Poi aggiunge: “Ho sempre dimostrato di avere rispetto nei confronti dei miei concittadini – afferma – e in virtù di questo chiedo che si abbassino i toni e si allontanino le polemiche,  e che si parli di programmi e di contenuti, e che vinca la buona e la bella politica come servizio da rendere ai cittadini. Sono certo di non dover dimostrare più niente a nessuno: l’educazione, il rispetto e i contenuti sono stati da sempre la cifra del mio stile e dei comportamenti politici che caratterizzeranno ancora di più e meglio questa mia nuova esperienza amministrativa”.

In relazione all’essenza del programma l’onorevole dell’Idv spende anche alcune parole per Colonnella 2020: “Bene hanno fatto i giovani a pretendere questi vincoli nel programma che ci impegneremo ad applicare fin da subito a livello amministrativo. Polemiche zero – conclude – impegno tanto e per riprendere quel concetto europeo tanto caro ai giovani dico + impegno + idee = buona e concreta politica”.

Sull’autenticità del programma elettorale l’onorevole non ha dubbi. In una nota firmata dalla lista “Insieme per Colonnella” si spiega che il programma è stato elaborato facendo riferimento ad “un’ispirazione europeista” e non vengono lesinate critiche a Leandro Pollastrelli: “Capiamo il nervosismo del candidato Sindaco di “Città Sostenibile” – si legge nella nota – che ha poca dimestichezza con il bon ton politico, con lo stile e i comportamenti democratici, che non appartengono alla sua cultura e alla sua formazione”.

“Ad alcuni temi del programma – prosegue il comunicato – ci siamo non ispirati, bensì vincolati fortemente, come nel caso delle problematiche che riguardano i giovani e la domanda di futuro che da loro parte unicamente nella messa in campo di concetti quali il merito ed il talento, che non sono patrimonio esclusivo di qualcuno, ma che devono essere direttive non da teorizzare bensì da praticare a cominciare dagli enti locali. Bando alle polemiche esiste solo un dato di sostanza: il nostro programma che è originale, è scaturito dalla conoscenza diretta e profonda  dei cittadini di Colonnella a partire dai giovani con un vincolo forte a cui ci siamo legati che sono la cultura e le buone prassi dell’UE. Il tentativo di risucchiare la lista “Insieme per Colonnella” nella bassa provocazione e nella sterile polemica non ci interessa e prendiamo atto di un fatto: qui c’è un programma con idee originali e risposte da dare direttamente connesse alla storia e alla prospettiva futura di Colonnella”. Infine il comunicato conclude con una considerazione dai toni piuttosto forti: “Dall’altra parte esiste solo non il programma ma la cornice del nulla. Noi lavoriamo per il bene del paese, mentre Pollastrelli ci dica per quali interessi”.

Sempre sui contenuti del programma elettorale interviene anche Colonnella 2020: “Fin dalla sera della presentazione del nostro progetto, non abbiamo mai nascosto il sentimento europeista che pervade il nostro lavoro: la dicitura “2020”, di fatto, deriva dall’importante sfida lanciata dall’Unione Europea per costruire uno sviluppo sostenibile, cosa peraltro ignorata proprio da chi cerca di vantarsi di questo importante appellativo.

Il nostro europeismo ci ha anche permesso di vincolare il programma di Insieme per Colonnella ai principi elaborati proprio dall’UE in una sfida cruciale per la nostra comunità: scardinare le vecchie logiche che impediscono ai giovani meritevoli di accedere ad un lavoro dignitoso, tramite l’utilizzo di strumenti innovativi indicati ed ispirati proprio dall’ente sovranazionale, al quale ci sentiamo fortemente legati. Ci rammarica constatare che Pollastrelli e i suoi sostenitori, purtroppo, non siano a conoscenza di tali strumenti e non dimostrino in alcun modo sensibilità per l’accesso dei giovani al mondo del lavoro e per la lotta al precariato: l’ennesima dimostrazione che la nostra scelta di appoggiare la lista Insieme per Colonnella e la candidatura a sindaco di Augusto Di Stanislao è stata giusta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)